Palermo, verso la risoluzione del contratto con Ballardini

Acque di nuovo agitate in casa Palermo. L’allenatore Davide Ballardini starebbe trattando la risoluzione del proprio contratto. Un punto in due giornate di campionato e solita storia già vista da oltre un decennio in Sicilia. Alla base dei (nuovi) dissidi tra Ballardini e la società di Zamparini ci sarebbero le operazioni di mercato condotte da quest’ultima e la conseguente mancanza di presupposti per lavorare con tranquillità.

L’insoddisfazione dell’allenatore per il mercato appena concluso appare evidente: nonostante l’arrivo di Diamanti, la partenza di Gilardino e Vazquez non è stata compensata con elementi di pari valore, in grado di poter assicurare alla squadra un adeguato livello realizzativo e di prestazioni. Ballardini chiedeva un centravanti forte fisicamente, sul quale basare il modulo 3-4-3. Ma Zamparini non è riuscito ad accontentarlo, né con Balotelli (finito a Nizza), né con i più abbordabili Galabinov e Ciofani. Balogh-Nestorovski l’attuale tandem d’attacco. 

La stagione del club siciliano prosegue sempre più in salita. Mercato non soddisfacente, nuovo caos allenatore, insieme all’incognita societaria e alle proteste dei tifosi che hanno invitato Zamparini a farsi da parte, cedendo a Frank Cascio, già accolto ad agosto a Palermo da una folla di sostenitori. Ora la fine, che sembra imminente, della terza esperienza di Ballardini sulla panchina rosanero, inframmezzata da almeno cinque tra esoneri, richiami, subentri.

Fonte: SkySport

Commenti