Sky a Benevento, Vigorito: “Siamo una piazza da serie A. Pronti ad ulteriori sacrifici per regalare un sogno a questi tifosi”

 Il “Road Show” targato Sky e dedicato alla Serie B ha fatto tappa anche a Benevento. Alle 13.30 circa, dal Teatro De Simone, alla presenza del sindaco della città, Clemente Mastella, che ha fatto gli onori di casa; una ricca platea, composta dal direttore Sky Massimo Corcione, il giornalista Maurizio Compagnoni e la bella e brava Diletta Leotta, conduttrice della tramissione dedicata alla Serie B, ha dato inizio a questo evento.

Non poteva mancare una rappresentanza del Benevento Calcio, composta dal tecnico Baroni, il presidente Vigorito e il difensore Fabio Lucioni.

Un pensiero iniziale non poteva non andare al mai dimenticato Carmelo Imriani.

Ecco il ricordo di Maurizio Compagnoni:”Si vedeva subito che era un talento. A me ha colpito molto la seconda parte della sua carriera, dove ha avuto una crescita anche fisica. I piedi buoni li ha sempre avuti. Quando partiva in progressione era bello da commentare. C’erano delle giocate che esaltavano anche noi telecronisti. Credo che per le sue potenzialità potesse avere anche  una carriera più brillante”.

Sul campionato: “Quest’anno secondo me c’è più livellamento. Non credo che il Verona, squadra molto forte, possa come si suol dire ammazzare il campionato.  Credo che ci sarà spazio per delle sorprese. Ci sono realtà meno note come il Benevento, che ha una certa solidità economica rispetto a club con più blasone. Mi piace come è stata costruita la squadra. Se  porti un calciatore come Falco vuol dire che non ti limiti a fare un campionato per salvarti all’ultima giornata di campionato. La squadra è completa in ogni reparto. E’ stato preso un portiere come Cragno. In difesa c’è un leader come Lucioni.  Accanto a lui c’è l’imbarazzo della scelta. E’ chiaro che ci sono altri fattori. Se dovesse esplodere Puscas ci sarebbero orizzonti diversi. Baroni è una garanzia. Ha lavorato bene ovunque è stato. A mio avviso anche a Pescara, dove gli hanno rubato un play off che aveva conquistato. Secondo me se due realtà come Benevento e Cittadella in primavera dovessero trovarsi nelle parti alte non resterei sbalordito. Io sono stato una sola volta a Benevento, in occasione della partita promozione del Torino contro l’Andria. Si giocò qui in campo neutro. Il Torino vinse e ottenne la promozione. Non vidi nulla della città, ma oggi, passeggiando per il centro ho visto cose meravigliose. E’ una città poco conosciuta e credo che la serie B possa essere un’enorme vetrina“.

Ed ecco, poi, i tanto attesi auguri di Diletta Leotta:Grazie per l’ospitalità e per il vostro calore. Sono contenta di essere qui. Un ringraziamento da parte del nostro gruppo Sky. Siamo qui in una settimana importante. Il Benevento ha da poco festeggiato il suo anniversario e si prepara per una partita importante. Credo che il Benevento abbia serie carte da giocarsi. Partire con una vittoria in casa dà un’enorme carica a tutto l’ambiente. Credo che il Benevento potrà dare grandi soddisfazioni. Noi vi seguiremo. Sarà un campionato difficile. Nel giro di sette giorni ci saranno tre partite. Un in bocca al lupo”.

A questo punto la parola passa al patron Vigorito:Io con i play off ho una certa esperienza. Ne abbiamo persi tanti. Se mister Baroni vuole farmi emozionare deve portarmi  in serie A . Credo che per una promozione diretta la città e la tifoseria siano pronte. Anche se non sono di origini sannite sento questa città sulla mia pelle. Noi siamo una città di serie A, poco conosciuta ma di serie A. Abbiamo cambiato diversi calciatori, prendendo tutti i big della Lega Pro. Siamo stati a giocare in un paese di cui non faccio il nome.  Chiesi indicazioni per il campo di calcio, mi dissero che ero arrivato. Io mi trovavo in mezzo al campo e non me ne ero accorto. Questo per farvi capire su quali campi siamo stati. Questa squadra per le vicende cha ha vissuto negli ultimi anni merita un posto di eccellenza. Ci godremo questa serie B fino in fondo e, se dovessimo fare ulteriori sacrifici, pur di regalare un sogno a questa piazza, li faremo. Cercheremo di uscire a testa alta da ogni campo”.

Così l’ allenatore Baroni:” Ho conosciuto una bellisisma città, ricca di arte e di storia. Un pubblico straordinario. Bisogna essere sempre equilibrati. Questo è un campionato difficile, lunghissimo, estenuante. Bisogna curare tanti particolari. Posso solo promettere di dare tutto me stesso. Stiamo lavorando per conquistare il rispetto sul campo. Sono i primi passi da muovere in un campionato così difficile. Se i calciatori abbinano qualità e sacrificio, allora possono anche coesistere. Allora in qualche partita sarà probabile vedere anche Ceravolo e Puscas insieme. Con il Carpi è stato un bel test sotto tutti i punti di vista. Adesso affrontiamo il Verona. Rispetto tutti ma sono abituato a non temere nessuno. Il nostro è uno stadio adatto per il calcio, molto raccolto. Mi auguro che possa diventare per noi l’uomo in più.

Infine, il capitano Lucioni: “Essere il capitano di questa squadra è un piacere immenso e indossare la fascia che aveva anche Imbriani dà ancora più piacere. In vista della partita con il Verona,  Cragno conosce la pericolosità di Ganz. Sappiamo il valore del Verona e stiamo preparando la gara nel migliore dei modi. Dobbiamo farci trovare sempre pronti. Stiamo lavorando per far sì che anche il Verona possa trovare delle difficolta“.

Sky ha dato il suo saluto al Benevento.

Città, pubblico e squadra hanno risposto. Non resta che dire: “Buon campionato a tutti”.

Donato Claudio

Foto – Pianetazzurro.it

img_20160908_131134 img_20160908_134249

Hisilicon Balong

img_20160908_125639 fb_img_1473332340098 img_20160908_134545 img_20160908_143254 img_20160908_142625 img_20160908_143611

 

 

 

Commenti

Questo articolo è stato letto 1997 volte

avatar

Claudio Donato

Claudio Donato, giornalista-pubblicista. Al suo attivo già diverse collaborazioni con varie testate giornalistiche.