Matrimoni e pubblicità, in Cina è scoppiata la Milan-mania

Matrimoni e pubblicità, in Cina è scoppiata la Milan-maniaVincenzo Montella (agf) MILANO – Il contratto definitivo della vendita del club non è stata ancora firmato, ma in Cina è già esplosa la Milan-mania. Ancora più che in Italia, i tifosi orientali sognano grazie alla cordata di imprese e banche locali, quasi tutte legate al governo di Pechino, che hanno deciso di investire nel club, messo in vendita da Silvio Berlusconi. E che dovrebbe passare di mano entro la metà di novembre. Dalle feste di matrimonio alle pubblicità, il marchio Milan si ritrova un po’ dappertutto, tanto già da essere usato come testimonial pubblicitario. Per non dire che ogni notizia che riguarda l’operazione lanciata dal fondo di investimento Sino Europe, che ha valutato la società rossonera 740 milioni (compresi 240 milioni di debiti) viene rilanciata sui giornali e sui siti che si si occupano sia di sport che di finanza.
Nonostante non siano ancora stati resi noti i nomi degli investitori, in Cina non sembrano avere dubbi e danno al closing orami come una cosa fatta. Al punto che una società di hi-tech ha pubblicato una brochure in cui rivelano come tra i loro partenr ci sia Haixia, il fondo di investimento governativo alleato di Sino Europe nella scalata ai rossoneri. Nel testo – come racconta dalla Cina Edoardo Pini, imprenditore dels ettore tessile ma anche collaboratore del sito Milanews – si legge chiaramente il riferimento a Haixia, che viene presentata come uno degli “investitori del Milan”.Un episodio che conferma l’ampia popolarità del club in Cina, dove risulta essere una delle cinque squadre europee con il maggior numero di tifosi, assieme al Real Madrid, Barcellona, Manchester United e Bayren Monaco. Ma anche il fatto che il Milan è un marchio che verrà utilizzato da una lato per attirare sponsorizzazioni e dall’altra come “fiore all’occhiello” degli investimenti cinesi nello sport europeo e in particolare nel calcio. Negli ultimi tre anni, le imprese di Pechino hanno rilevato quote in una quindicina di grandi club del Vecchio Continente, dal Valencia al Manchester City, dall’Atletico Madrid all’Olympique Lione, ma in termini di popolarità nessuno sembra in grado di competere con il Milan.

Non per nulla, sono attesi tifosi cinesi per il big match che si disputerà a San Siro il prossimo 22 novembre, quando la squadra di Vincenzo Montella affronterà a San Siro la capolista Juventus. Così come erano già stati notati nell’ultima gara casalinga contro il Sassuolo, sia in tribuna, sia al secondo anello dove è comparso anche uno striscione con ideogrammi. Almeno per il Milan, la Cina è sempre più vicina.

calcio

serie A
milan ac
Protagonisti:

Fonte: Repubblica

Commenti