Dzeko si prende la Roma: “Non voglio fermarmi proprio ora”

ROMA – Da possibile pedina di scambio nel mercato estivo a pedina intoccabile nello scacchiere giallorosso. Edin Dzeko ha conquistato tutti dopo la deludente passata stagione. Oggi l’attaccante bosniaco è il capocannoniere della serie A con otto reti in nove giornate. “Il vero Dzeko è quello di quest’anno – assicura l’attaccante ai microfoni della radio ufficiale della squadra capitolina -. E’ incredibile che lo scorso anno ho fatto 8 gol in 31 partite e ora 8 gol dopo solo 9 giornate. Ma voglio continuare così, perché mi sento bene, la squadra gioca bene, dobbiamo continuare tutti così”.

GUARDA I GOL DI ROMA-PALERMO

L’IMPORTANZA DEL GIOCO DI SPALLETTI – Il suo ritorno al top è merito anche del tecnico Luciano Spalletti, che non ha mai smesso di credere in lui nemmeno nei momenti più difficili: “Lui vuole sempre di più, ma anche io voglio fare sempre di più. Per ora ho segnato 8 gol, ma voglio giocare meglio. E poi vediamo dove finiamo. Il mister vuole che la squadra giochi queste palle per me dietro la linea dei difensori e io ora vado sempre dietro la linea. Questo è il calcio italiano e devo fare così. Il primo anno non l’ho fatto bene e anche per questo ho segnato pochi gol”.

LE DIFFICOLTA’ DELLA PASSATA STAGIONE – Dzeko ha giocato in Germania e Inghilterra prima di approdare nel campionato italiano, che definisce “il più difficile per gli attaccanti. Ci sono sempre due difensori su di te e forse anche per questo il primo anno è stato difficile, perché non sapevo come giocano le squadre italiane e come giocano i difensori. Adesso lo so e si vede in campo”, sottolinea il numero 9 della Roma. “Se picchiano di più in Italia o in Inghilterra? Forse di più in Italia”.

PENSARE PARTITA DOPO PARTITA – Il rapporto con i tifosi è migliorato. “Adesso va bene, poi vediamo come va se non segno per due partite… Scherzi a parte, il passato è passato, voglio guardare al futuro. Stiamo giocando bene, siamo secondi, siamo forti”. Ma su dove può arrivare questa Roma Dzeko non si sbilancia: “Io non guardo troppo in là nel tempo, meglio pensare partita dopo partita. Adesso ne arriva una importante contro una squadra (il Sassuolo, ndr) che gioca un bel calcio e non è facile. Ma siamo forti e dobbiamo giocare sempre come a Napoli. Perché se fai 3-1 a Napoli fuori sei forte, non è da tutti. Alcune persone già ci davano già per sconfitti e invece noi abbiamo giocato la partita più bella da quando sono qui. Poi però non devi perdere punti con squadre più deboli”. as roma

serie A
Protagonisti:
edin dzeko

Fonte: Repubblica

Commenti