Inter, De Boer si promuove: “A oggi mi darei un 7”

Inter, De Boer si promuove: "A oggi mi darei un 7"De Boer (agf) MILANO – Un De Boer più convinto dei propri mezzi, quello apparso nella conferenza stampa che precede la sfida contro la Sampdoria: “Contro il Torino ho visto la squadra di De Boer. Voglio che giochiamo sempre così, sono molto soddisfatto” ha dichiarato fiudcioso l’olandese. Il tecnico ha tirato contro i granata un respiro di sollievo, grazie alla prestazione monstre del suo capitano, Icardi. Una gara che l’ex Ajax vede come una conferma di quanto di buono fatto finora: “A oggi mi darei un 7 pagella, perché posso guardare tutti i giocatori diritti negli occhi. Siamo partiti da lontano, ma abbiamo fatto tanti progressi. Sappiamo quello che vogliamo e per fare questo percorso si spendono tante energie. Per questo mi darei un 6.5 tendente al 7”.

“SUNING CI AIUTA” – De Boer ha inoltre avuto parole al miele per la società, molto presente nell’ultima settimana ad Appiano: “E’ importante quanto detto dalla società e Suning, abbiamo fiducia nel progetto e nella filosofia. Ci dà più tranquillità anche qui ad Appiano. Non solo allo staff tecnico ma anche ai giocator. Quando si leggono certe notizie – ha aggiunto – non si sa cosa succede da un giorno all’altro e non fa bene all’ambiente”.

IL PUNTO SUI CENTROCAMPISTI – Sull’importanza di un acquisto come quello di Joao Mario: “Gioca sempre più offensivo ma la squadra è più importante del singolo. Ha fatto molto bene con il Torino – aggiunge il mister nerazzurro in conferenza stampa – Sono molto soddisfatto anche di Medel, dà sempre il 100% ed è molto importante per la nostra squadra”. Per un giocatore che si è sbloccato, uno che ancora non riesce a dare le risposte giuste: “Kondogbia? Io tratto tutti allo stesso modo. Brozovic mi ha dato la migliore risposta, ha fatto tutto ciò che doveva capendo di aver sbagliato. Kondogbia invece non ha ancora avuto questa reazione”. Il francese è anche alle prese con qualche fastidio fisico: “Kondogbia – ha aggiunto – non ha un infortunio così grave ma non è pronto per essere convocato. Se Eder mi sta dando di più di Perisic? Si ma è sempre difficile scegliere perché sono tutti grandi giocatori”.

inter fc

serie A
Protagonisti:
frank de boer

Fonte: Repubblica

Commenti