Orrico: “Il Napoli ha una struttura tattica di prim’ordine, fossi in Sarri non mi preoccuperei”

CORRADO ORRICO, ex allenatore dell’Udinese oggi a FUORI GARA su Radio Punto Zero: “Sarri è un attento osservatore, un allenatore meticoloso, dunque farà scelte appropriate in vista dell’Udinese. Zapata può essere utile al Napoli già a gennaio, si tratterebbe di un ritorno che andrà ad arricchire il potenziale offensivo in alternativa ai piccoletti. Il colombiano garantirebbe forza fisica e profondità, può essere una carta in più. Gabbiadini? Seguendolo gli ho visto fare un grandissimo campionato alla Sampdoria da esterno con Mihajlovic. Col sinistro che ha più segnare anche in difesa, ma si percepiva che in quella posizione, a Genova, era nel posto giusto. Se Sarri lo vede come centravanti dovrà anche accettare le sue prestazioni opache. Il Napoli ha una struttura tattica di prim’ordine, nel calcio può accadere di tutto ma, fossi, in Sarri non avrei tante preoccupazioni. Il Napoli farà la partita, punterà sul proprio gioco e sui talenti offensivi che potrebbero mettere in difficoltà la difesa avversaria. Con l’avvento di Delneri l’Udinese ha ritrovato uno spirito che non aveva, sarà un animale difficile da domare, ma il Napoli ha la struttura per farlo. Nel calcio può accadere di tutto ma non credo che gli azzurri possano perdere. Sarri ha le capacità di assorbire le dichiarazioni di De Laurentiis, ma il presidente dovrebbe proteggere la squadra e dire ciò che pensa solo in privato. Esternazioni pubbliche provocano solo danni alla squadra. I 128 milioni spesi non potranno compensare la partenza di Higuain, serviva solo un altro campione da affiancare all’argentino. Probabilmente il Napoli ha sottovalutato cos’era l’argentino non solo per i 36 gol ma anche per quello che rappresentava da un punto di vista psicologico all’interno di un gruppo che aveva la convinzione e la sicurezza che un gol prima o poi arrivava. Higuain voleva andare via e la società non poteva farci nulla, ma avrei puntato su un attaccante di spessore come accadde con la cessione di Cavani, quando arrivò proprio l’argentino”.

Commenti
avatar

Tilde Schiavone

Sono una persona che riesce a star bene con se stessa solo se intorno a lei c' è armonia, questo è il motivo per cui cerco di risolvere i conflitti esistenti tra le persone che mi circondano;non amo i gioielli, specialmente quelli costosi, preferisco gli accessori di poco valore; non amo ricevere in regalo i fiori recisi: preferisco ammirarli nei giardini dove compiono il loro naturale ciclo vitale e non nei vasi dove hanno vita breve..Amo il blues,il canto del dolore, e il mio sogno è raggiungere un giorno quei luoghi che lo hanno visto nascere; Amo gli indiani d' america, la loro spiritualità e la loro cultura. non vivrei senza i dolci e la pizza. Sono campanilista, napolista, meridionalista ...maradonista. Adoro gli animali, ritengo che non siano loro le bestie e sono vegetariana. Non mi piace parlare, quel che sento preferisco scriverlo, so esprimermi meglio con una penna in mano anziché dinanzi a un microfono, amo inoltre il folclore della mia terra e cerco, attraverso l' Associazione Culturale Fonte Nova d cui sono Presidente, di preservarlo e diffonderlo ... e duclis in fundo AMO LA MIA NAPOLI, senza se e senza ma, ringrazio Dio perchè ha fatto sì che nelle mie vene scorresse il sangue del Sud!