Genoa al lavoro per la Juve senza Izzo e Rincon

Testa alla Juventus, per una sfida che non ha bisogno di grandi discorsi per essere preparata al massimo, soprattutto a livello motivazionale. Il Genoa spinge sull’acceleratore e punta la capolista del campionato che tanto bene ha fatto anche in Champions con il Siviglia (1-3) ottenendo il pass per gli ottavi. Dopo la ripresa dei lavori di ieri 22 novembre, la squadra di Juric è rientrata al Centro Signorini per la seconda sessione settimanale, seguita da alcuni componenti lo staff del tecnico Mancini (Alessio, Carminati, Salsano) e un allenatore macedone dell’Akademija Pandev. A bordo campo, vigile e attento, sempre il presidente Fabrizio Preziosi.

Out Pavoletti – Il programma è stato incentrato su aspetti tecnici e tattici, con esercitazioni tematiche e partitelle a perimetro variabile, per iniziare a lavorare sull’assetto e l’undici da opporre alla formazione bianconera. Non sono mancati gli assenti. Né Izzo – di ritorno in queste ore dallo stage della Nazionale a Coverciano – né Rincon hanno preso parte alla sessione di lavoro, con il centrocampista venezuelano che ha sostenuto una seconda giornata di scarico e domani recupererà parte del lavoro svolto dai compagni in questi giorni. Iter terapico per Pavoletti che dovrà stare fermo per un mese a causa della lesione di primo grado del legamento collaterale del ginocchio sinistro rimediata durante Lazio-Genoa. Giovedì sessione mattutina a porte aperte.

Perin su Genoa-Juventus – Il portiere del Genoa Mattia Perin ha parlato ai microfoni di Sky Sport in vista della gara contro la Juventus: “Il Genoa non si è mai scansato con nessuno, figuriamoci contro la Juve. Sarà una gara molto difficile, dovremo giocare bene e sarà un bel banco di prova. In tanti anni al Genoa ci sono stati momenti molto più delicati, contro i bianconeri avremo tanti stimoli. Non so se sono invincibili, è molto difficile batterli ma ci proveremo, entrando in campo per vincere”.

Fonte: SkySport

Commenti