Sarri carica Napoli: “Qui per un gol irregolare”

L’allenatore azzurro alla vigilia della sfida di Champions contro il Benfica: “Uno forte andrà in panchina, ho bisogno di un’accelerata”. Parla anche Hamsik: “Abbiamo la testa libera, non penseremo all’altra partita”

“Non lo so neanche io adesso se metterò Gabbiadini o Mertens, vedremo come staranno. Mi sembra una gara in cui debba avere un giocatore in grado di cambiare la partita dalla panchina. Uno forte non partirà dal 1’, sarà fondamentale un’accelerata. Abbiamo commesso degli errori – ha detto Maurizio Sarri nella conferenza stampa alla vigilia della gara contro il Benfica – ma siamo qui perché ci hanno dato un gol in fuorigioco contro, altrimenti non avrebbe senso la partita di domani. Non pensiamoci… anche se la chiamata era facile per il guardalinee”, ha sottolineato l’allenatore del Napoli.

“Farò partite più importanti” – “Affrontiamo una squadra forte, di grande pericolosità in attacco. Noi facciamo la partita, ma anche loro: vedremo chi dovrà abituarsi all’altra. Sarà una bella esperienza per noi, difficile. Ma vogliamo questa qualificazione e faremo di tutto per ottenerla perché la meritiamo”, ha aggiunto Sarri. Poi, un commento sugli ottavi: “Vorrei andare avanti con il Napoli, insieme a chi? Il Benfica è una squadra amica per me, Rui Costa per uno cresciuto a Firenze è sempre una gioia da vedere. Ma adesso l’obiettivo è passare”, ha detto l’allenatore del Napoli. La gara più importante della sua carriera? “Ho la faccia di culo di pensare che ne farò di più importanti”, ha scherzato Sarri.

Insigne e gli attaccanti – “Lorenzo l’anno scorso ha fatto 12 gol, per la prima volta in carriera. Quest’anno aveva cominciato senza segnare, ma può capitare. Ho bisogno anche di uno che faccia la differenza dalla panchina. Se è così forte può essere lui, poi però glielo spiegate voi”, ha scherzato l’allenatore del Napoli. Sarri poi ha parlato ancora di Mertens: “Può fare il centrale, ma anche l’esterno. Quindi potrebbe restare fuori anche un altro, vediamo domani”.

“Albiol importante” – “Per noi Raul è sempre stato un giocatore importante, nessuno ha mai pianto ma ci sono successe 2/3 cose pesanti. Fa parte del suo, ma il suo infortunio mentre erano fuori anche Chiriches e Tonelli è stato difficile da gestire: un handicap non da poco”, ha concluso Sarri.

Parola al capitano – Accanto a Maurizio Sarri, è intervenuto in conferenza anche il capitano del Napoli, Marek Hamsik: “Abbiamo dominato anche con il Sassuolo e ci giochiamo tutto domani, passare il turno per noi è fondamentale. Sappiamo che sarà difficile, ma ce la giochiamo e possiamo farcela. Non siamo qua per difenderci – ha aggiunto Hamsik – ma per fare il nostro calcio, come sempre. Non penseremo al pareggio. E non pensiamo neanche in negativo, abbiamo la forza per passare il turno”.

“Testa libera” – “Non penseremo all’altra partita – ha proseguito Hamsik – dobbiamo pensare solo a noi stessi. Sappiamo cosa fare, andremo in campo con la testa libera e dobbiamo giocare il nostro calcio. Quella è la nostra forza. Sappiamo che sarà una finale, dobbiamo dare il massimo. La forza è il gruppo, io sto facendo bene ma posso fare meglio”, ha concluso il capitano del Napoli.

Fonte: SkySport

Commenti