Infortuni, Di Francesco amaro: “E’ un anno così”

Contro la Fiorentina è arrivata un’altra sconfitta e problemi fisici per altri tre giocatori. Per i neroverdi è una stagione davvero molto sfortunata. Il Sassuolo, che nel prossimo turno affronterà l’Inter, resta 15° in classifica. L’allenatore: “Non posso rimproverare i ragazzi. Infortuni? Un disastro”

Un primo tempo da dimenticare con la doppietta di Kalinic. Una ripresa in cui i neroverdi hanno provato prima a rimettersi in partita e poi anche a pareggiare. Nulla da fare, alla fine: nel primo posticipo del lunedì, all’Artemio Franchi il Sassuolo ha perso 2-1 contro la Fiorentina. La squadra di Di Francesco rimane dunque  a quota 17 punti e nel prossimo turno affronterà l’Inter al Mapei Stadium. L’allenatore ha commentato così la sconfitta: “Credo che abbiamo giocato un primo tempo in cui faccio fatica a rimproverare qualcosa ai miei ragazzi – ha detto – siamo stati un po’ distratti e loro sono stati però bravi e hanno avuto qualcosa in più in quel momento lì”.

“Non posso dire nulla ai ragazzi” – “La mia squadra, però, ha giocato alla grande e con personalità, è stata aggressiva con grande convinzione creando tante situazioni pericolose; parlo di 4 o 5 palle gol create nel primo tempo che però non siamo stati bravi a concretizzare. Però per il resto abbiamo avuto la capacità di rimanere in partita e non posso davvero dire nulla a questi giocatori e a questa squadra che in ogni occasione perde dei giocatori; oggi abbiamo avuto altri due infortuni che ci auguriamo non siano gravi e che i tempi di recupero non siano lunghissimi. Stiamo correndo dietro a determinate situazioni, non siamo una squadra che ha tantissime opzioni e questo sta un po’ bloccando quella che potrebbe essere la nostra forza. Anche in questa occasione Eusebio Di Francesco ha perso tre calciatori (Gazzola, Magnanelli e Cannavaro) per infortunio. Ancora sfortuna in una stagione che ha tolto numerosi uomini al mister neroverde: “Gazzola non riesce a stare seduto, Magnanelli ha il ghiaccio sul ginocchio e si vede chiaramente che ha un problema come si vede dalla dinamica dell’infortunio che si è fatto male dietro”.

L’amarezza di Di Francesco – “Casualmente ci succedono queste cose una dietro l’altra e non riusciamo nemmeno poi a capacitarci di tutto ciò; è un anno un po’ così da questo punto di vista, è stato un disastro che è iniziato quando ci hanno tolto i tre punti contro il Pescara. Cannavaro? Faremo di necessità virtù, forse dovrà giocare qualcun altro perché anche Paolo ha avuto un problema al ginocchio e ci auguriamo di poterlo recuperare. E’ un’annata di cui non mi capacito e non riesco davvero a dare delle risposte. In campo, nonostante tutto, riusciamo sempre a rimanere in partita anche quando siamo sotto. Anzi nel primo tempo, come ribadisco, stavamo sotto di due gol ed ero certo che avremmo recuperato”.

E ora l’Inter – “Sono soddisfatto, è ovvio che bisogna essere un po’ più concreti davanti e un pochino più determinati quando si crea così tanto. Dovremo lavorare non solo in campo ma anche sulla testa e dal punto di vista tecnico-tattico che è quello più importante, siamo abituati ad arrivare al risultato tramite il lavoro ma è normale che avendo tanti giovani l’aspetto psicologico diventa predominante. Ci prepareremo alla gara contro l’Inter, sappiamo che loro hanno qualità nettamente superiore alla nostra – anche se avessimo tutti i giocatori disponibili. In più non li abbiamo… Detto questo, è nelle difficoltà che si vede la forza di una vera squadra; non dobbiamo mollare, dobbiamo essere ancora più cattivi”.

Fonte: SkySport

Commenti

Questo articolo è stato letto 111 volte