Montella: “Bacca e Niang? Nessuno è incedibile”

Vincenzo Montella, alenatore del Milan (Getty)

Verso il Cagliari – “Gennaio e febbraio sono mesi che ti permetteranno di inseguire gli obiettivi futuri. I prossimi 45 giorni saranno importanti per capire i nostri obiettivi reali”, firmato Vincenzo Montella. Vigilia di campionato per il Milan, impegnato domenica a San Siro contro il Cagliari alla ripresa della Serie A. Allenatore rossonero che parla così in conferenza stampa: “Ripartire dopo la sosta è sempre difficile, si può perdere un po’ di concentrazione, ma ho visto i ragazzi concentrati e vogliosi di ripartire esattamente da dove avevano lasciato”. Prossimo avversario il Cagliari, Montella presenta così la sfida con la formazione rossoblù: “Conosco bene Rastelli, la sua è una squadra ‘particolare’: ha un’idea di calcio molto offensiva che gli permette di fare tanti punti con le squadre medio-piccole, mentre con le grandi fino ad oggi ha subito qualche gol di troppo e qualche difficoltà in più. Toccherà a noi essere bravi a leggere bene la gara e affrontarla al meglio”.

Supercoppa di felicità – Immancabile un pensiero alla Supercoppa conquistata contro la Juventus a Doha: “Vincere una Supercoppa non ti fa perdere la testa come vincere una Champions League, ma l’intero ambiente Milan è molto contento del successo ottenuto. Berlusconi? Sono contento di averlo reso felice. In questi dieci giorni abbiamo vissuto quelle sensazioni importanti, per quanto mi riguarda però mi sono anche stancato di festeggiare. Giocare nel periodo natalizio? Io sarei d’accordo, andare in vacanza a gennaio sarebbe meglio per tutti”.

Capitolo mercato – Gennaio, mese di calciomercato. E per Vincenzo Montella le domande sono d’obbligo: “La finestra di mercato è molto ampia e noi ci adeguiamo. Credo che abbiamo raggiunto un equilibrio importante in termini di crescita del gruppo, ma questo non vuol dire che non si possa migliorare. Se ci saranno opportunità in linea con i nostri parametri allora si proverà a migliorare la squadra, altrimenti saremo ugualmente contenti di rimanere così. La cosa bella in questa società è che c’è condivisione in ogni scelta, sono molto coinvolto e la cosa mi piace. Ogni decisione che vada a buon fine o meno è sempre frutto di confronto con la società. Sfoltire la rosa? Proveremo magari ad assecondare l’esigenza di alcuni calciatori di andare a giocare in altre realtà. Movimenti in entrata? Ci sarà un mese per parlare di mercato, io adesso penso solo al Cagliari. Sicuramente qualcosa avremmo bisogno di fare, se ci sarà la possibilità. Vediamo”.

Formazione anti-Cagliari – Contro il Cagliari potrebbe essere l’occasione per rivedere Niang dal primo minuto. “Ha avuto un virus importante e questo l’ha compromesso dal punto di vista fisico nelle ultime gare. Adesso l’ho visto molto bene, soprattutto a livello di testa. Ha voglia di tornare al livello di inizio stagione. Bacca? Sta facendo bene anche se non sta segnando molto. Ha sbagliato gol che non siamo abituati a vedergli sbagliare, ma tornerà a segnare come ha sempre fatto. Bacca e Niang incedibili?  Nessuno è incedibile, nemmeno io lo sono. Kucka? Vediamo, andiamo cauti perché ha preso una contusione, decideremo insieme allo staff medico”. A centrocampo potrebbe essere riproposto Bertolacci: “Ha fatto tre partite importanti, eravamo un po’ preoccupati e anche io lo ero nel fargli fare tre partite di fila. Ha grande fisicità nonostante non sia altissimo e una grande tenuta fisica. E’ un calciatore ritrovato, è un jolly di centrocampo ed è molto intelligente tatticamente”.

Fonte: SkySport

Commenti

Questo articolo è stato letto 93 volte