Zanetti: “Con Pioli l’Inter dimostra quanto vale”

“Siamo contenti del momento che sta attraversando la squadra, ma ancora manca tanto e dobbiamo continuare così. Ieri abbiamo vinto una partita importante, ci teniamo alla Coppa Italia, e ora pensiamo alla gara di domenica. Ha detto bene Pioli: dobbiamo pensare a una partita alla volta e alla fine vediamo dove arriveremo”. Questo il commento del vicepresidente dell’Inter, Javier Zanetti, all’indomani del successo ai supplementari dei nerazzurri sul Bologna negli ottavi di Tim Cup.

“Ora l’Inter sta dimostrando il suo valore” – Per la squadra di Pioli si tratta della settima vittoria consecutiva tra campionato, Europa League e Coppa Italia. “Se era solo una questione di allenatore? Bisognava anche ritrovare fiducia, noi sapevamo che questo gruppo aveva dei valori importanti, e adesso lo sta dimostrando. Speriamo di poter arrivare fino alla fine con queste prestazioni” aggiunge il dirigente a margine di un evento al Senato, prima di soffermarsi su alcuni singoli: “Gabigol? Dopo tanto tempo che non giocava meritava questa opportunità. Non era semplice per lui, ma abbiamo tanta fiducia, lo ha detto anche  Pioli: con i giovani bisogna lavorare e avere la pazienza di farli abituare al campionato italiano. Gagliardini? Siamo contentissimi per quello che ha fatto in queste due partite soprattutto perché lui non è solo il presente, rappresenta il futuro della nostra società”. Società che punta in alto grazie alla nuova proprietà cinese: “Suning ha grandi ambizioni, e rispetta tantissimo la storia dell’Inter. Penso sia un punto di partenza che ci può dare fiducia per un futuro promettente”.

Juve ancora favorita – Per quanto riguarda la corsa scudetto, poi, Zanetti continua a vedere la Juventus “favorita” nonostante il ko di Firenze. “Però ci sono tante squadre che sognano di poter lottare fino alla fine. E io credo che ci siano i presupposti perché vedo tante formazioni attrezzate. Speriamo che il campionato resti così avvincente fino all’ultimo” conclude, dribblando il tema legato all’assenza di provvedimenti disciplinari nei confronti di Allegri: “Credo che bisogna pensare solo a quello che succede in campo, lasciando da parte tutte le polemiche. Questo campionato è talmente competitivo e bello che speriamo continui così fino alla fine”.

Fonte: SkySport

Commenti

Questo articolo è stato letto 164 volte