Empoli, Martusciello: “Crotone come lezione”

Martusciello, allenatore dell’Empoli (Getty)

Reagire subito – Una sconfitta che ha fatto male e che in casa Empoli non è passata inosservata. Ma il ko di Crotone, sentendo le parole di Giovanni Martusciello in conferenza stampa alla vigilia della sfida con il Torino, potrebbe aver ìsvegliato’ l’Empoli: “In questa settimana l´aspetto di mercato ha influito in maniera positiva sul gruppo: l´ingresso di giocatori nuovi che si mettono a disposizione ha portato entusiasmo. La stessa cosa, purtroppo, non c´è stata la settimana scorsa in termini di prestazione. Siamo stati troppo dietro ai chiacchiericci di chi ci ha detto che eravamo già salvi, inoltre il mercato e la partenza di Saponara ci ha tolto concentrazione e a Crotone abbiamo preso quattro sberle che ci serviranno da lezione. La squadra ha accusato il colpo ad inizio settimana, ma poi ha fatto bene il lavoro quotidiano, anche se da onor del vero è da un mese a questa parte che le reazioni sono positive. Purtroppo, lo ripeto, domenica ci siamo trovati in una situazione anomala e non abbiamo reagito. Dispiace per la sconfitta e per i ragazzi e parlo dei tifosi che ci hanno sostenuto venendo fino a Crotone”, le parole dell’allenatore dell’Empoli.

Subito El Kaddouri – Martusciello che presenta così la sfida con il Torino: “La forza dei granata è conosciuta: la squadra è allenata da un grande allenatore e ha grandi giocatori soprattutto in attacco. Quello che mi preme e che la squadra reagisca senza frenesia e che riporti dentro quanto fatto di buono prima di Crotone senza dimenticare la lezione di Crotone che, come dicevo,deve essere utilizzata quando a volte alziamo troppo la testa”. L’allenatore dell’Empoli parla anche di mercato, commentando l’arrivo di El Kaddouri e l’addio di Saponara: “El Kaddouri è venuto qui dopo la coppa d´Africa. Chiaro che ha pochi minuti sulle gambe, ma gioca perché è nella condizione fisica e psicologica per giocare. Saponara abbinava sia aspetto di possesso che non possesso, dai nuovi mi aspetto lo stesso cioè di essere sempre al servizio della squadra. A me dispiace che Riccardo sia andato via, come mi dispiace per gli altri, poi con Riccardo ho un rapporto particolare. Quest´anno purtroppo non ci ha fatto vedere la sua straordinarietà, ora ha fatto questa scelta e lui fa parte del passato. El Kaddouri è giocatore che ha personalità e sa giocare a calcio”, ha concluso Martusciello.  

Fonte: SkySport

Commenti

Questo articolo è stato letto 105 volte