Porto-Juve, Casillas sfida Buffon: “È la storia”

Gianluigi Buffon e Iker Casillas durante Italia-Spagna (getty)

La gara dei sedicesimi di Champions League tra portoghesi e bianconeri segna un nuovo capitolo della lunghissima sfida tra due dei portieri più forti della storia: “Non ci sarà più in Italia uno come Buffon”, ha ammesso Casillas. “La Juve parte favorita, ma a volte l’entusiasmo può farti superare i limiti”

“Ho la fortuna di avere tre anni meno di Gigi. Avevo 14 anni quando ho iniziato e lui ne aveva già 18. Lo osservavo e ne apprezzavo stile e personalità”. Porto-Juventus, in campo mercoledì prossimo nei sedicesimi di Champions League, sarà anche la sfida tra due dei più grandi portieri della storia del calcio: Iker Casillas e Gigi Buffon. Le parole dell’ex numero uno del Real Madrid, oggi protagonista con i portoghesi di Nuno Espirito Santo, sono di grande rispetto: “Con Buffon siamo cresciuti insieme, abbiamo avuto carriere molto simili. Abbiamo entrambi vinto molto e spesso giocato contro”.

Unico – Casillas è sicuro che “non ci sarà più nel calcio italiano un altro portiere come Buffon. In Europa e nel mondo è considerato come uno dei migliori di sempre”. Una competizione, quella tra i due super portieri, che va dal club alla nazionale: “La nostra è una rivalità davvero sana: ci stimiamo molto l’un l’altro e ogni volta giocare contro di lui è un vero piacere. È un giocatore conosciuto e ammirato in tutto il mondo. Fa parte della storia di questo sport”.


Verso Porto-Juve
–  Mercoledì, come detto, i bianconeri faranno visita al Do Dragao di Oporto. Obiettivo: approdare agli ottavi di Champions League: “La Juventus parte favorita – ha ammesso Casillas – ma a volte l’entusiasmo, il desiderio, la fatica e il coraggio, ti fanno superare le abilità individuali. Noi siamo una buona squadra che sta gradualmente progredendo, anche con l’aiuto di giovani calciatori. Ma siamo di fronte ad un avversario di alto livello, che è abituato a giocare i quarti di finale, le semifinali e anche la finale. E’ bello sognare, ma dobbiamo anche essere realistici, tenere i piedi per terra e pensare passo dopo passo”. L’esperienza internazionale del portiere ex Real Madrid potrebbe di certo tornare utile ai portoghesi: “Ho molta esperienza perchè ho giocato davvero tante partite importanti in una competizione prestigiosa come la Champions League”, ha continuato. Sicuro che “sarà una doppia sfida molto difficile. La Juve parte favorita, ma noi faremo di tutto per renderle la vita difficile e passare il turno”.

Fonte: SkySport

Commenti

Questo articolo è stato letto 107 volte