Uragano Bayern, Arsenal ko: Ancelotti ai quarti

Dopo il 5-1 della gara d’andata il Bayern Monaco vince anche all’Emirates con lo stesso punteggio: Walcott porta in vantaggio l’Arsenal, Lewandowski, Robben, Douglas Costa e Vidal (doppietta) ribaltano il risultato. I tedeschi di Ancelotti ai quarti

IL TABELLINO

ARSENAL-BAYERN MONACO: 1-5
20’ Walcott (A), 55’ Lewandowsky (B), 68’ Robben (B), 78’ Costa (B), 80’, 85’ Vidal (B)

Una qualificazione mai stata in discussione dopo il netto 5-1 dell’andata, ma il Bayern Monaco brinda il passaggio ai quarti di finale di Champions League con un successo in rimonta all’Emirates contro l’Arsenal. La squadra di Wenger parte forte e sblocca il match con un gran gol di Theo Walcott, ma nella ripresa l’uragano Bayern Monaco spazza via i Gunners: Lewandowski pareggia su rigore, poi Robben, Douglas Costa e la doppietta di Vidal firmano il definitivo 1-5. Trionfo tedesco e squadra allenata da Carlo Ancelotti che vola ai quarti di finale di Champions League

Apre Walcott – Missione (quasi) impossibile per quanto riguarda il discorso qualificazione dopo la sconfitta per 5-1 dell’andata, ma l’Arsenal sceso in campo all’Emirates dimostra di crederci eccome. Alexis Sanchez-Giroud-Walcott il tridente offensivo mandato in campo da Wenger nel suo 4-3-3, Ancelotti risponde con un modulo speculare con Ribery e Robben ai fianchi di Lewandowski. Gli inglesi, come prevedibile, partono subito forte: Neuer costretto all’uscita con i piedi per anticipare Walcott lanciato a rete al 12’, tre minuti più tardi un colpo di testa di Giroud contrastato da Hummels mette i brividi al Bayern Monaco con la palla che esce furoi di un soffio.  Al 20esimo, però, l’Arsenal trova il gol che sblocca il match: grande giocata sulla destra di Walcott, dribbling e tiro potentissimo da posizione defilata che si infila in rete nonostante il tocco di Neuer. La reazione della formazione tedesca è affidata a Vidal, ma Ospina sventa la minaccia, un minuto più tardi Lewandoski spreca una buona occasione per pareggiare i conti. Al 34esimo è ancora Walcott: conclusione potente ma meno precisa rispetto a quella che ha portato al vantaggio, palla che termina sull’esterno della rete. La gara però resta molto bella: al 38esimo minuto Lewandowski sfiora ancora il pari e al 42esimo Robben impegna Ospina. Il primo tempo finisce 1-0 per i Gunners.

Uragano Bayern – Pronti-via e subito una grande occasione per Giroud: il colpo di testa del francese al 49esimo minuto, però, termina di poco alto sopra la traversa. Errore fatale. Perché al 55’ il Bayern Monaco pareggia e chiude in maniera definitiva il discorso qualificazione: Lewandowski si procura il rigore e poi è freddissimo dal dischetto. 1-1 e Arsenal in 10 per l’espulsione di Koscielny. L’inerzia della partita cambia, con il Bayern che va vicino al vantaggio con Javu Martinez al 63’ e un minuto più tardi è ancora pericolossimo con Lewandowsky. Il gol tedesco è nell’aria e puntualmente arriva al 69’esimo minuto con Robben che ribalta completamente il risultato. Gara praticamente chiusa, con il Bayer che domina i restanti minuti dell’incontro: al 76’ palo di Lewandowski, al 78′ Douglas Costa realizza la terza rete per il Bayern con un bel tiro a giro. Alla festa tedesca partecipa anche Vidal: l’ex Juventus realizza la rete del 4-1 all’82 con un tocco morbido e poi, tre minuti più tardi, appoggia in rete la palla del definitivo 5-1. Uragano Bayern all’Emirates, la formazione allenata da Ancelotti vola ai quarti di finale di Champions League.

Fonte: SkySport

Commenti