Hellas, solo 0-0 con l’Ascoli: la SPAL resta prima

L’Hellas Verona impatta 0-0 al Bentegodi contro l’Ascoli (getty)

I gialloblu di Pecchia falliscono il sorpasso in vetta e, dopo due vittorie consecutive, si devono accontentare solo di un punto contro l’Ascoli. Decisive le parate di Lanni – una ha ipnotizzato Romulo su calcio di rigore – che hanno tenuto a galla la squadra di Aglietti

Hellas Verona-Ascoli 0-0

Ritmi alti sin da subito al Bentegodi: sarà la costante di tutto il primo tempo. La squadra di Fabio Pecchia prende per prima l’iniziativa, pericolosa due volte in appena 10 minuti: al 6’, in particolare, Cappelluzzo (sostituto di Pazzini, in tribuna per problemi fisici) si vede salvare il colpo di testa da Cacia proprio sulla riga di porta. Il dominio gialloblu di inizio gara si esaurisce dopo circa 15 minuti, quando l’Ascoli comincia a prendere campo; a scaldare i guanti di Nicolas ci pensa Magnanelli: il suo tiro dalla distanza è però ben bloccato dal portiere gialloblu. Nella prima fase di gara le due squadre si sfidano a viso aperto, senza badare troppo alla tattica. Al 25’, nel momento migliore degli ospiti, ci prova però ancora l’Hellas: Ferrari, sugli sviluppi di un calcio d’angolo, non trova di testa la porta. Al 32’ ancora il difensore in prestito dal Bologna tenta di spaventare Lanni, ma fallisce da pochi passi. L’Ascoli non si nasconde e prova a pungere: a dieci dalla fine clamorosa occasione sui piedi di Cacia, che spara alto un tiro-cross pericolosissimo di Gigliotti. La prima frazione si chiude con l’ennesima occasione per l’1-0 dei padroni di casa: pasticcio difensivo della squadra di Aglietti e Zuculini, a tu per tu con Lanni, si fa raggiungere da Mengoni, che in spaccata scongiura il vantaggio veronese.

La ripresa – Ritmi più bassi, almeno nelle prime battute del secondo tempo. Per circa dieci minuti regna l’equilibrio, poi, al 58’, l’occasione che può cambiare la partita: Cassata atterra in area Cappelluzzo e l’arbitro Piccinini concede il rigore all’Hellas; dal dischetto Romulo però fallisce, ipnotizzato dall’ottimo Lanni. Il portiere dell’Ascoli ancora decisivo pochi minuti dopo, sempre sul centrocampista ex Juventus. Rispetto alla prima frazione, molto più Hellas Verona nel secondo tempo, anche se gli attacchi dei gialloblu sono attutititi da un Ascoli ordinato e ben messo in campo da Aglietti. All’88’ nuova occasione importante per l’Hellas, proprio agli sgoccioli: Ganz, entrato al posto di Cappelluzzo, ci prova di testa da calcio d’angolo, ma la sua palla finisce sul palo. Il risultato resta inchiodato sullo 0-0, anche durante l’assedio finale della squadra di Pecchia, con l’Ascoli rintanato nella propria metà campo. I gialloblu falliscono l’aggancio al primo posto e si devono così accontentare di un pareggio senza reti: pesante ancora una volta l’assenza di Pazzini, almeno quanto l’errore dal dischetto di Romulo. Lanni salva l’Ascoli e la SPAL può sorridere e godersi una settimana da regina della B.

Fonte: SkySport

Commenti

Questo articolo è stato letto 295 volte