Juve, Nedved: “Alla pari col Barça, siamo pronti”

Pavel Nedved, vicepresidente della Juventus (Getty)

Juve, modalità rivincita: eh sì, perché i bianconeri pescano il Barcellona di Luis Enrique ai quarti di finale di Champions. Un remake della finale del 2015, quando i blaugrana vinsero all’Olympiastadion di Berlino. Sorteggio difficile, quindi, per la Juve. Il commento di Nedved. 

“Siamo pronti!” – Questo il parere del vicepresidente bianconero: “Non so se sarà vendetta ma è affascinante questa prova col Barcellona, è una delle squadre più famose e sarà molto bello, dobbiamo guardare al presente sapendo che siamo forti, dobbiamo affrontarlo a viso aperto e che vinca il migliore”. Juve alla pari col Barcellona: “Si, secondo me è cresciuta sicuramente, vedendo la squadra è in netta crescita. Questa sfida arriva al momento giusto, sono d’accordo con quello che ha detto Trapattoni, la Juve deve guardare se stessa, deve essere consapevole di essere forte e affrontare le gare così, non dobbiamo avere troppo rispetto del Barcellona perché altrimenti subentra paura”. Il ritorno al Camp Nou può pesare, in programma il 19 aprile: “Faccio fatica ad accontentare tutti, Dybala e Bonucci volevano il Barcellona, Dani Alves la voleva evitare, siamo contenti, siamo l’unica squadra italiana e di questo sono molto orgoglioso ma l’Italia deve portarne di più perché ne ha bisogno. In queste sfide è uguale, non conta l’andata e ritorno, che sia in casa o fuori casa devi essere al top della condizione”. Juve pronta: “Gli anni passano per tutti, una squadra arriva a questi incontri al top della forma e se noi vogliamo andare avanti dobbiamo fare qualcosa in più della domenica o del solito, siamo pronti ma dobbiamo essere al top della condizione per fargli male”. 

Buffon: “L’importante è esserci!” – Capitano, bandiera, portierone bianconero ormai da anni. Il primo a metterci la faccia insomma. La Juventus incontra il Barcellona nei quarti di Champions e uno dei primi commenti è proprio il suo, di Gigi Buffon. Il quale, attraverso il proprio account Twitter, risponde così: “Non conta l’avversario, l’importante è esserci”. 

Jordi Mestre: “Juve club storico, tutto può succedere” – Anche il vice-presidente del Barcellona, Jordi Mestre, ha parlato del sorteggio con la Juve. Le sue parole: “La Juventus è un club storico, saranno dei match molto competivi e molto interessanti, non scopriamo oggi la Juve, la conosciamo da tempo. Inoltre conosciamo il suo valore e credo che il campo ci darà qualche segnale importante in questo senso”. E ancora: “Io credo che nel calcio tutto può succedere, il fatto che siamo qui ne è la prova. Tutto potrà succedere anche in questo caso”. Su Allegri: “E’ un grande allenatore ma non è questo il momento di parlare del suo futuro, abbiamo ancora tempo e tante partite importanti da giocare. Quando arriverà il momento prenderemo la scelta che richiede tempo”. Un commento anche su Dani Alves, grande ex: “Siamo molto felici di ritrovarlo a Barcellona: non vediamo l’ora di riabbracciarlo”. 

Fonte: SkySport

Commenti

Questo articolo è stato letto 181 volte