Quarti Champions, sarà Juventus-Barcellona!

Sono rimaste in otto e sono tutte agguerrite per continuare la loro marcia verso la finale di Champions League. Otto squadre, e tra queste una sola italiana. L’11 aprile ci sarà Juventus-Barcellona e Borussia Dortmund-Monaco, mentre il 12 tocca ad Atletico Madrid-Leicester e Bayern Monaco-Real Madrid. Per i ritorni, invece, il 18 aprile ci sarà Leicester-Atletico Madrid e Real Madrid-Bayern Monaco, mentre il 19 tocca a Barcellona-Juventus e Monaco-Borussia Dortmund.

Nedved – “Mi rende orgoglioso essere qua a giocarci la Champions, avremmo voluto altre squadre italiane a farci compagnia – commenta il vicepresidente della Juventus Pavel Nedved -. Rispetto al 2015 siamo cresciuti. Anche la condizione è ottimale, le gare coi blaugrana arrivano al momento giusto. Rispettiamo il Barcellona ma senza avere paura. Dobbiamo affrontare tutti gli avversari pensando solo a noi stessi. Non so se sarà la vendetta della finale 2015, sicuramente è affascinante ritrovare una delle squadre più famose al mondo. non guardiamo al passato ma al presente. Sappiamo che siamo forti e possiamo affrontarli a viso aperto. Vinca il migliore”.

L’andata si giocherà a Torino, il ritorno a Barcellona. “Se preferisco il ritorno a Torino? No, a questi livelli è uguale – dice Nedved -. Ricordo quella volta che abbiamo giocato il ritorno al Camp Nou e non è andata male (gol vittoria di Zalayeta,ndr)”. E sul Barcellona: “Gli anni passano per tutti, non è più il Barcellona che dominava nelle stagioni passate. Se noi vogliamo andare avanti dobbiamo però fare qualcosa di fuori dall’ordinario. Affrontare queste partite è difficile. Noi siamo pronti ma dobbiamo essere al top della condizione per fargli male”.

Buffon – Anche Gianluigi Buffon commenta i sorteggi via Instagram. “Non importa l’avversario, importa solo esserci. Ma ciò che più conta è la strada, quella fatta per raggiungere questo obiettivo e quella ancora da fare. Perché è il cammino che si percorre a dire chi siamo. Non la meta, ma il viaggio. Proprio come cantava De Andrè: ‘Per la stessa ragione del viaggio, viaggiare'”.

Il Barcellona – Anche il vicepresidente del Barcellona Jordi Mestre commenta il sorteggio: “La Juventus è una squadra che conosciamo molto bene. sarà un’eliminatoria molto interessante ed equilibrata. Pochi pensavano, dopo l’andata col PSG, che potessimo essere qui ai quarti. Ogni partita è una storia a parte”. Sul futuro del club catalano dopo Luis Enrique, non esclude un possibile arrivo di Allegri. “Lui è un grande allenatore ma non abbiamo ancora preso una decisione sul futuro”.

Sogno bianconero – La finale si giocherà a Cardiff il 3 giugno. Fuori il Napoli, eliminato dal Real Madrid, a difendere l’onore del calcio italiano resta come detto solo la Juventus. Gli uomini di Allegri hanno superato il Porto per 1-0 in casa grazie alla rete di Paulo Dybala su rigore, dopo essersi imposta per 2-0 in Portogallo. “Vorrei evitare il Bayern Monaco, preferisco il Barcellona perché è l’avversario che mi entusiasma di più”, ha detto Leonardo Bonucci prima del sorteggio. “Siamo pronti a giocare con qualunque delle grandi d’Europa, non abbiamo paura”, le parole del laterale brasiliano Alex Sandro.

Fonte: SkySport

Commenti