Empoli, Martusciello: “Contro il Napoli voglio una squadra arrabbiata”

Empoli, Martusciello: "Contro il Napoli voglio una squadra arrabbiata"Giovanni Martusciello (ansa) EMPOLI – “Contro il Napoli voglio vedere una squadra arrabbiata”. Giovanni Martusciello indica la via all’Empoli per tentare la difficile impresa contro la lanciata formazione di Sarri: “Non ci sono ricette per fermare il Napoli – spiega – dobbiamo metterci la cattiveria giusta. Veniamo da una sconfitta che ha lasciato degli strascichi, che ha portato anche alla contestazione dei tifosi. Una contestazione che, conoscendo i tifosi, è arrivata per eccesso d’amore. Servirà grande carica, proveremo a giocacela con le nostre armi, noi dovremo cercare di non far emergere le loro qualità”.

VOGLIAMO DARE UN SEGNALE ALL’AMBIENTE – Serve una reazione, per non farsi risucchiare nella zona calda e per dare un messaggio ai tifosi. “Il confronto coi tifosi ha dato la giusta spinta – spiega il tecnico azzurro – perché c’ era bisogno di dare un segnale forte a quello che è il senso di appartenenza. Ci sono stati dei passaggi in cui siamo stati in difetto di questo. Vogliamo fare di più, vogliamo dare un segnale all’ambiente, dobbiamo metterci tutti grande determinazione, Sono sicuro che i tifosi ci sosteranno durante la gara come hanno fatto sempre, ci sarà lo stadio pieno, speriamo sia un bello spettacolo”.

SERVIRÀ L’APPROCCIO GIUSTO – Martusciello in questi gironi non ha mai pensato di rischiare l’esonero. “Non mi sono mai sentito in discussione perché c’è il lavoro che facciamo sul campo e la società è attenta a questo”. Sulla formazione il tecnico non si sbilancia. “Non ho dubbi, può darsi che cambi qualcosa rispetto all’ultima partita. Ma conterà soprattutto l’atteggiamento. L’approccio deve essere forte, di sacrificio, di corsa. Il Napoli ha dei valori importanti, c’è bisogno di metterci una grande rabbia. Dobbiamo tirare fuori la voglia di lottare”. Infine il tecnico parla ancora dei tifosi. “

DOBBIAMO RIPRENDERE A REMARE – Sulla brutta partita col Chievo il tecnico azzurro fa una analisi a mente fredda. “L’abbiamo rivista più di una volta – dice – abbiamo commesso degli errori ma anche qualcosa di buono al quale aggrapparsi. Abbiamo preso quattro schiaffi ma non dobbiamo mollare. Quando arrivano le onde più pericolose bisogna rimettere i remi fuori dalla barca e fare fatica, oppure puoi tirare i remi in barca e aspettare che l’onda ti travolga. Noi dobbiamo riprendere a remare, l’ho detto anche ai ragazzi”.

SARRI? MI FA PIACERE RIVEDERLO – Al Castellani torna Sarri, ex indimenticato e grande amico di Martusciello. “Non l’ho sentito in settimana, ci siamo massaggiati per le belle prove che hanno fatto con Roma e Real. Maurizio è di poche parole mi farà piacere ritrovare lui, Calzona e tutti gli altri”. Torna a disposizione dopo lo stop disciplinare Marcel Buchel. “Marcel ha fatto una bravata – spiega Martusciello – e l’ha pagata a caro prezzo. Un errore che possono commettere tutti i ragazzi di quell’età. Adesso ha pagato, anche con una multa, in settimana l’ho visto sereno”.

empoli calcio

serie A
Protagonisti:
giovanni martusciello

Fonte: Repubblica

Commenti

Questo articolo è stato letto 171 volte