Atalanta, Gasp: “Dopo la sosta ci giochiamo tutto”

L’allenatore nerazzurro: “Abbiamo battuto un altro record ma le partite vanno sempre giocate; volevamo arrivare alla sosta con una buona posizione in classifica e abbiamo ottenuto risposte importanti e non era semplice. Petagna? Fondamentale per noi, sta giocando bene ma sta soffrendo il fatto di non trovare il gol”

Tre gol e tre punti per cancellare la brutta sconfitta di San Siro contro l’Inter. L’Atalanta rialza la testa e vince contro il Pescara in casa, decidono una doppietta del Papu Gomez e un gol di Grassi. Sale così a quota 55 punti in classifica la formazione nerazzurra, che riaggancia l’Inter e che si rilancia nella corsa all’Europa. Soddisfatto nel post partita l’allenatore dei bergamaschi, che ai microfoni di Sky Sport ha analizzato così la gara dei suoi calciatori.

Sulla gara e su Petagna –
“Battiamo un record dopo l’altro? Bene, ma le partite vanno sempre giocate; è chiaro che puntavamo molto su questa gara di oggi per arrivare alla sosta con una buona posizione in classifica, abbiamo ottenuto delle risposte anche se la partita non era semplice, concretizzare le occasioni da gol non è mai semplice. Vogliamo migliorare i nostri record ma la settimana scorsa abbiamo preso una scoppola importante e ora c’è la pausa e dopo mancheranno ancora nove giornate. Il nostro obiettivo era quello di arrivare qui in corsa per poi giocarci tutto nel rush finale. Petagna? Sta giocando veramente bene per tutta la squadra da tanti mesi, il suo lavoro non viene sempre valorizzato perché gli manca qualche gol ma il suo contributo è veramente fondamentale; è chiaro che tutti aspettano un po’ questo salto che deve fare per diventare anche molto pericolosa in zona gol. Sta soffrendo un po’ questa situazione ma per quanto noi non glielo facciamo pesare assolutamente – anzi ribadiamo quanto importante è per tutti noi – lui ha perso un po’ di serenità e ha quasi la sensazione che tutto diventi molto più difficile”.

Verso il Genoa – E ancora: “In questi momenti gli attaccanti sono così ma adesso durante la sosta avrà la possibilità di continuare a lavorare per crescere. Lo rimetteremo in piedi al meglio e non appena ritroverà una situazione positiva tutto andrà a posto. Dopo la sosta ci sarà il Genoa e sarà una partita molto importante per me, molto emozionante tornare dove sono stato tanti anni in uno stadio con gente che mi ha dato veramente tantissimo. E’ chiaro che sarà una partita speciale; probabilmente è più importante per noi che per loro e so benissimo che giocare in quell’ambiente sarà molto difficile fare risultato, sarà tutt’altro che semplice, è chiaro che noi andremo lì per cercare di fare la nostra partita. Sarà sicuramente un ritorno che mi ricorderà quelli che sono stati momenti felici nella mia vita e nella mia carriera”.

Fonte: SkySport

Commenti