Elkann sicuro: “E’ la più grande Juventus di tutti i tempi”

Elkann sicuro: "E' la più grande Juventus di tutti i tempi"John Elkann (ansa) TORINO – Oltre che per la pioggia di trofei dell’ultimo lustro, la Juventus sorride anche per la crescita economica di un brand che ha più che raddoppiato il fatturato, passando da 154 milioni nel 2010-11 ai quasi 400 dello scorso settembre (387), con secondo anno consecutivo chiuso in utile (4). Non può dunque essere che positivo il bilancio di John Elkann nell’annuale lettera agli azionisti Exor, la holding che controlla anche il club bianconero: “Un futuro brillante è esattamente quello che sta costruendo anno dopo anno la Juventus. Il club ha chiuso la scorsa stagione con fatturato in crescita e utili, ma soprattutto con un magnifico risultato sportivo: il quinto scudetto consecutivo, cosa che lo colloca sullo stesso piano della più grande Juventus di tutti i tempi, quella del ‘Quinquennio d’Orò degli anni ’30. Abbiamo vissuto cinque stagioni incredibili, giocate al J-Stadium – la nostra casa, come la chiama il presidente, mio cugino Andrea Agnelli -, inaugurato nel settembre 2011”.

JUVE ANTI-NAPOLI: 7 NOVITÁ, 5 SUDAMERICANE – Le parole del patron John Elkann arrivano a poche ore dalla semifinale di ritorno di Coppa Italia, tappa fondamentale nel percorso bianconero verso il sogno-triplete. Forte del 3-1 dell’andata allo Stadium, la Juve, nonostante l’invito di Allegri a “segnare almeno un gol”, si voterà probabilmente all’italianissima tattica del “catenaccio e contropiede”, binomio che nel calcio moderno si dice “densità e ripartenze”. Il tecnico livornese ha annunciato “sette-otto cambi rispetto alla Juve di domenica scorsa”. I volti nuovi saranno quelli di cinque sudamericani (Neto, Dani Alves, Alex Sandro, Cuadrado e Dybala), Barzagli e Sturaro, quest’ultimo candidato ad occupare il posto liberato sulla trequarti dall’infortunato Mandzukic. Conferme in arrivo soltanto per Bonucci, Khedira, Pjanic e per il grande ex Higuain, un solo gol nelle ultime otto uscite, quello segnato più di un mese fa al Napoli nella semifinale di andata allo Stadium.

Il Pipita ha ribadito a Icon, inserto di Panorama, la bontà della discussa scelta FATTA in estate: “Sono felice della mia decisione, perché ho raggiunto una certa serenità, dentro e fuori dal calcio. Era quello che cercavo e ci sono riuscito. A livello personale sento di aver fatto il passo giusto”. E ancora: “Quando uno cambia squadra lo fa per se stesso, per la sua felicità – conclude Higuain -. Ho preso i miei rischi e non sono pentito delle scelte che ho fatto”.

RIAPRE LA CACCIA A JAMES RODRIGUEZ? – Intanto, sempre a proposito di sudamericani, la Juventus fa sul serio per James Rodiguez, al centro di una vera e propria asta. Secondo il quotidiano spagnolo Ok Diario, il club bianconero avrebbe già presentato un’offerta al talento colombiano, giocando così d’anticipo sulla concorrenza di Barcellona e Manchester United. Se Marotta e Paratici raggiungeranno un accordo economico con James, potranno poi trattare il cartellino con il presidente dei merengues Florentino Perez. Di certo, servirà un investimento ingente, considerando gli 80 milioni versati dal Real nel 2014 al Monaco per assicurarsi il 25enne soprannominato “El Bandido”.James Rodriguez a Torino finirebbe però per pestarsi i piedi con Dybala, dotato di caratteristiche tecniche e tattiche molto simili aòl capitano della Colombia. In corso Galileo Ferraris, la priorità al momento è per un esterno offensivo (Bernardeschi, Sanchez, Douglas Costa) in grado di puntellare il 4-2-3-1 disegnato da Allegri e per un top centrocampista come Verratti, sempre più separato in casa Psg.

serie A

juventus fc
Protagonisti:

Fonte: Repubblica

Commenti

Questo articolo è stato letto 228 volte