Serie A, Genoa: seconda seduta settimanale a Pegli

I calciatori del Genoa sono stati impegnati anche in palestra (foto genoacfc.it)

Mandorlini ha lavorato anche oggi con i calciatori rossoblù per preparare la sfida contro l’Udinese. Seduta mattutina e pranzo tutti insieme, mentre dal campo non arrivano novità importanti per quanto riguarda le condizioni dei giocatori: Veloso osservato speciale, prosegue il recupero di Perin

La pesante sconfitta contro l’Atalanta alle spalle, la gara contro l’Udinese all’orizzonte. In casa Genoa si lavora, non si ammettono altri passi falsi. Contro i bianconeri la formazione ligure dovrà rialzare la testa per provare ad interrompere la serie negativa che li vede uscire dal campo sconfitti da tre partite. Un’occasione per invertire il trend e concludere in modo positivo una stagione che si sta rivelando sempre più complicata. Dopo la ripresa di ieri la squadra è tornata al Centro Signorini per la seconda sessione settimanale, intensificando ulteriormente la preparazione in vista della partita alla Dacia Arena. Come si legge sul sito ufficiale del club rossoblù, “Mandorlini ha diretto una seduta molto lunga, iniziata in palestra sotto le indicazioni dei preparatori, proseguita in campo con addestramenti tecnici e culminata poi in una serie di partite tematiche, in prevalenza a ranghi misti, accompagnate dalle vivaci indicazioni del tecnico rossoblù”. Al campo erano presenti anche i dirigenti preposti e al termine dei lavori in programma i calciatori sono rimasti a Villa Rostan per il pranzo collettivo nella club house inaugurata ai piani alti.

Nessuna novità per quanto riguarda le condizioni fisiche dei giocatori a disposizione dell’allenatore, al di là di Pinilla squalificato dal giudice sportivo e della defezione prolungata di Perin (che sta compiendo passi da gigante nell’iter di recupero stabilito dallo staff di Villa Stuart, in pieno accordo con il settore medico guidato dal dottor Gatto), Mandorlini avrà a disposizione l’intera rosa per provare a ritrovare i risultati che mancano da troppe settimane. “Sotto osservazione in particolare – aggiunge il Genoa – le condizioni di Veloso, uomo cardine nel raccordo tra i reparti e a lungo inutilizzato nel corso del campionato per motivi di forza maggiore”. Nei prossimi giorni sarà possibile capire se il tecnico sceglierà di sfruttare ancora Izzo a centrocampo o se cambierà qualcosa in quella o in altre zone del campo. Continuano anche le riflessioni che riguardano il possibile partner in attacco di Giovanni Simeone. Senza il cileno, Mandorlini cercherà la mossa giusta per dare la scossa a un reparto che non segna (e si rende poco pericoloso) da tre gare. La preparazione settimanale proseguirà domani, ancora a Pegli.

Fonte: SkySport

Commenti