Laziopress: Troppo divario tecnico tra Napoli e Lazio, svanito il sogno Champions per i biancocelesti, ci si consola col sì di Klaassen

Grande rammarico in casa Lazio, dopo la sconfitta subita ieri sera tra le mura amiche contro il Napoli. Una partita decisiva in chiave Champions dove le due squadra arrivavano ad una distanza di quattro punti. Troppa la differenza tecnica vista in campo e la mancanza di giocatori come de Vrij, Biglia e Lulic si è fatta sentire. Svanito il sogno terzo posto, adesso rimane da blindare la qualificazione in Europa League, mentre la società già si sta muovendo sul mercato per regalare al mister Simone Inzaghi un centrocampista moderno e capace di giocare in più moduli. Tutte le strade portano a Davy Klaassen numero dieci dell’Ajax. Secondo ulteriori indiscrezioni raccolte in esclusiva da LazioPress.it in settimana c’è stato un altro contatto importante tra i biancocelesti e l’entourage del calciatore: quattro anni di contratto ad 1,3 milioni di euro a stagione. Un’offerta importante che ha spinto il classe 93′ ad accettare la destinazione oltre alle referenze positive avute in nazionale da Hoedt e de Vrij su squadra e ambiente. I lancieri sanno benissimo di dover rinunciare al loro centrocampista. L’avventura in Eredivise è terminata e le sirene italiane sono un treno da non perdere dopo la delusione Napoli dello scorso mercato estivo.

La valutazione di 12 milioni non spaventa la Lazio, che visti i buoni rapporti con la società olandese è pronta ad offrire circa 10 milioni di euro più bonus. L’intenzione è anticipare la concorrenza: Villarreal e Schalke 04 sono sulle tracce del fantasista, ma la Lazio rimane in vantaggio e il sì di Klaassen nella trattativa assume un ruolo decisivo.

fonte-laziopress

Commenti
avatar

Tilde Schiavone

Sono una persona che riesce a star bene con se stessa solo se intorno a lei c' è armonia, questo è il motivo per cui cerco di risolvere i conflitti esistenti tra le persone che mi circondano;non amo i gioielli, specialmente quelli costosi, preferisco gli accessori di poco valore; non amo ricevere in regalo i fiori recisi: preferisco ammirarli nei giardini dove compiono il loro naturale ciclo vitale e non nei vasi dove hanno vita breve..Amo il blues,il canto del dolore, e il mio sogno è raggiungere un giorno quei luoghi che lo hanno visto nascere; Amo gli indiani d' america, la loro spiritualità e la loro cultura. non vivrei senza i dolci e la pizza. Sono campanilista, napolista, meridionalista ...maradonista. Adoro gli animali, ritengo che non siano loro le bestie e sono vegetariana. Non mi piace parlare, quel che sento preferisco scriverlo, so esprimermi meglio con una penna in mano anziché dinanzi a un microfono, amo inoltre il folclore della mia terra e cerco, attraverso l' Associazione Culturale Fonte Nova d cui sono Presidente, di preservarlo e diffonderlo ... e duclis in fundo AMO LA MIA NAPOLI, senza se e senza ma, ringrazio Dio perchè ha fatto sì che nelle mie vene scorresse il sangue del Sud!