Udinese, 4 gol al Belluno in amichevole

Rodrigo de Paul in azione con l’Udinese (Getty)

Prima i tre gol segnati al Genoa, poi le tre reti subìte contro il Napoli. L’Udinese di Delneri è a caccia dell’equilibrio giusto per chiudere al meglio il campionato. Prossima gara? C’è il Cagliari di Rastelli alla Dacia Arena, un’occasione per a quota 43 punti. Prima, però, il classico test del giovedì, un’amichevole contro il Belluno (squadra di Serie D) conclusa sul punteggio di 4-0. Apre Duvan Zapata, di nuovo in forma dopo il periodo buio vissuto per diversi mesi; poi Angella, il giovane Evangelista e Rodrigo de Paul chiudono la gara sul 4-0. Test importante. Utile a capire chi avrà la sua chance contro il Cagliari: Emil Halfredsson e Karnezis, infatti, non prendono parte alla partita e lavorano a parte. Non hanno ancora recuperato la condizione. 

Formazione iniziale – Questi gli 11 di Delneri nel primo tempo, indizi fantacalcistici: Scuffet tra i pali, Gabriel Silva, Felipe, Heurtaux, Ali Adnan nel quartetto difensivo, Evangelista, Balic, Jankto a centrocampo, in attacco il tridente offensivo formato da Matos, Ewandro e Zapata. Nel secondo tempo, invece, spazio a qualche cambio: Perisan tra i pali al posto di Scuffet, in difesa ci sono Widmer, Danilo, Angella e Felipe; mentre a centrocampo ecco Badu, Kums ed Evangelista nel 4-3-3 di base. In attacco, infine, ecco De Paul, Perica e Thereau. Una rete nel primo tempo, tre nella ripresa. Da segnalare il bel gol dell’ex Valencia in mezza rovesciata. Dopo un avvio difficoltoso, de Paul si è preso l’Udinese e non esce più dall’undici iniziale. Parole chiave? Fiducia, pazienza, Delneri l’ha aspettato e ora se lo gode, anche decisivo.

Il ds Vagnati su Meret – Grande stagione per il portierino dell’Udinese, protagonista con la sua Spal (che sta lottando per la promozione in Serie A). Attraverso i microfoni di Radio Crc, il ds Davide Vagnati ha parlato così di Meret, in prestito proprio dai bianconeri: “La Spal ha creduto in un calciatore giovane. Abbiamo avuto la voglia di metterlo in porta e ora tutti ne parlano perché, oltre ad essere un grande portiere, è un ragazzo equilibrato: avrà un grande avvenire. Poi, è di proprietà dell’Udinese e le valutazioni è giusto che le faccia quel club“.

Fonte: SkySport

Commenti