Bari, Colantuono: “Col Pisa bisogna vincere”

Stefano Colantuono, allenatore del Bari (fonte lapresse)

Solo otto punti nelle ultime dieci gare, brutta frenata negli ultimi due mesi nella rincorsa ai play-off. Che ora, per il Bari, distano tre punti. Distacco certamente non irrecuperabile, però le partite da giocare sono sempre meno ed i biancorossi non riescono a dare la sterzata giusta al proprio campionato. All’Arechi, contro la Salernitana, è arrivato un pareggio per 0-0, che quantomeno ha interrotto la lunga striscia di cinque sconfitte consecutive in trasferta. 

Ora, però, si torna al San Nicola, domani a Bari arriva un Pisa in grande difficoltà e all’ultimo posto in classifica. Per Stefano Colantuono è un’occasione da non fallire: “Non possiamo sbagliare – ha dichiarato l’allenatore biancorosso nella conferenza stampa della vigilia –  Dobbiamo essere più pericolosi per portare a casa i tre punti. Il Pisa ha ancora possibilità, l’aritmetica non condanna la squadra di Gattuso. Ma noi dobbiamo vincere”.

“Ho stima in questo gruppo”

Colantuono, quindi, crede ancora nei play-off e in questa squadra, nonostante le difficoltà: “Se non avessi avuto stima in questo gruppo me ne sarei già andato. I miei calciatori, professionalmente parlato, sono eccezionali. I ragazzi infatti stanno mostrando grandissimo impegno. Vorremmo fare molto di più ma, evidentemente, per i tanti problemi che ci sono non ci riusciamo. E’ normale avere dei limiti ma bisogna fare attenzione, perché questo campionato non è ancora finito”.

“Condizionati dalle assenze”

Le difficoltà non riguardano soltanto le partite del sabato. Colantuono, infatti, è costretto quotidianamente anche a fare i conti con l’infermeria, al momento davvero piena. “Quando siamo stati al completi, ce la siamo giocata con tutti – prosegue l’allenatotore – Ma le defezioni nel reparto offensivo hanno reso ancor più difficile la risoluzione del problema del gol, che già c’era al momento del mio arrivo al Bari”. In quel reparto, infatti, Colantuono in queste settimane non può disporre dei vari Brienza, Floro Flores e Raicevic, calciatori importanti per la categoria. Si attendono i gol di Riccardo Maniero. “Ora giochiamo con una vera punta di ruolo, dobbiamo sistemare le mezze punte che abbiamo per poter essere incisivi. A centrocampo ho sicuramente più margine di scelta, forse inserirò forze fresche. Maniero sarà titolare, probabilmente Martinho sarà della partita dopo il turno di riposo che gli ho concesso a Salerno. Con noi ci sono i giovani Portoghese, Abreu e Turi”. Infine una battuta sui tifosi: “Dispiace non poter regalare loro qualcosa d’importante, sono sempre pronti ad incitarci. A Benevento c’era un clima da gara di serie A. Con il Verona, la gente si è spazientita soltanto sul 0-2. Ma nel calcio ci sta”.

Fonte: SkySport

Commenti

Questo articolo è stato letto 149 volte