Napoli, Albiol: “Champions? Tifo per il Real”

Raul Albiol, difensore del Napoli, in azione contro il Real Madrid di Cristiano Ronaldo (LaPresse)

“Spero che il Real vinca la sua dodicesima Champions”

E’ un momento importante per la stagione del Napoli, che con la vittoria a San Siro ha avvicinato la Roma in classifica al secondo posto. Solo un punto ora divide la formazione allenata da Maurizio Sarri dai giallorossi, Martens e compagni torneranno in campo sabato alle 18 per affrontare il Cagliari al San Paolo e continuare così la loro rincorsa verso al qualificazione diretta alla prossima Champions League. Chi ha parlato di questa competizione è il difensore azzurro Raul Albiol, che ai microfoni di Radio Kiss Kiss ha espresso la sua preferenza per la vittoria finale del trofeo a Cardiff. “Se Juventus e Real Madrid arrivassero in finale, come sembra oggi, ovviamente tiferei per i miei ex compagni – ha detto il giocatore che ha trascorso quattro stagioni, dal 2009 al 2013 – ormai noi siamo usciti, quindi auguro al Real di conquistare per la dodicesima volta la Champions. Aver giocato questa competizione con il Napoli è stato bello, è un peccato non essere arrivati fino alla fine. E’ stata comunque un’esperienza che ci ha fatto crescere”.

Sul finale di stagione e sul futuro

Passando poi a parlare del finale di stagione, del momento della squadra e degli impegni che attendono il Napoli, Albiol ha aggiunto: “Contro l’Inter abbiamo fatto una partita completa e non abbiamo concesso nulla all’avversario. Dobbiamo continuare così, vincendo le prossime gare e aspettando di sapere cosa accadrà. Sappiamo che il preliminare è da evitare perché è un rischio ma anche che dovremo fare attenzione al Cagliari: è una squadra che ha fatto un buon campionato, segna molto e verrà a giocarsela senza pressioni. Noi invece ne avremo e servirà grande attenzione da parte di tutti per vincere. In generale stiamo facendo passi in avanti negli anni, dall’anno prossimo potremmo anche essere già un po’ più vicini alla Juventus. Per vincere lo scudetto ci vogliono più di 90 punti e dobbiamo concentrarci su questo. In rosa ci sono tanti difensori forti, chiunque tra noi potrebbe essere titolare nel Napoli”.

“Hamsik una tigre, Reina mi ricorsa Bruce Willis”

Il difensore ha poi regalato ai tifosi azzurri qualche curiosità sulla sua vita personale e su alcuni compagni di squadra: “Dopo l’allenamento voglio passare tanto tempo con la mia famiglia perché nel weekend sono sempre fuori; non ascolto mai la musica prima delle partite e non sono l’unico: qualcuno fa solo finta indossando le cuffie… Il dialetto napoletano? Non lo parlo bene ma mi diverte ascoltarlo da Insigne. Reina invece mi ricorda Bruce Willis, mentre Koulibaly sarebbe perfetto per un film di Tarantino. Hamsik, invece, se fosse un animale sarebbe una tigre”.

Fonte: SkySport

Commenti