Juventus, Allegri: “Con la Roma per chiudere il discorso scudetto. Champions? Possiamo vincerla”

Juventus, Allegri: "Con la Roma per chiudere il discorso scudetto. Champions? Possiamo vincerla"Massimiliano Allegri, 49 anni. (agf) TORINO – “Vanno fatti i complimenti ai ragazzi per aver raggiunto la finale di Champions, ma ancora non abbiamo vinto nulla”. Getta acqua sul fuoco Massimiliano Allegri. Da domani al 3 giugno la sua Juventus si gioca tutto – scudetto, Coppa Italia e Champions – ma il tecnico bianconero chiede alla squadra di fare “un passo alla volta”. “Tre anni fa siamo arrivati quasi inaspettatamente alla finale, quest’anno vogliamo vincerla ma siamo sereni. L’importante è avere la consapevolezza di poter vincere la Champions. Domani, contro la Roma, per la prima volta, abbiamo l’occasione di poter chiedere il discorso scudetto e dipende solo da noi”.

“L’IMPORTANTE E’ L’OBIETTIVO” – Alla vigilia della sfida dell’Olimpico che potrebbe consegnare il tricolore ai bianconeri Massimiliano Allegri non vuole cali di concentrazione: “Non sarà facile domani, perché sarà una bellissima partita fra due squadre che hanno giocatori di alto livello, che stanno inseguendo i propri obiettivi. Ci saranno difficoltà all’interno della partita, bisogna fare una gara giusta, tosta, e se saremo bravi avremo chiuso il campionato altrimenti penseremo alla partita di Coppa Italia e poi alla gara successiva. Bisogna fare un passo alla volta, con calma, senza avere fretta”. Con una vittoria o anche solo un pareggio la Juventus potrebbe festeggiare il suo sesto scudetto di fila. “L’importante è arrivare all’obiettivo – sottolinea il tecnico bianconero – non importa quando”. E questo vale anche per Cardiff a cui bisogna arrivarci “con serenità, abbiamo ancora delle partite importanti da giocare, poi 3-4 giorni prima prepareremo la partita per arrivarci con la consapevolezza di poter vincere la Champions”. Da Allegri i complimenti a Roma e Napoli perché “per vincere in Italia bisogna battagliare, c’è molta tattica e bisogna vedersela con squadre come loro che stanno facendo cose straordinarie”. All’Olimpico giocherà titolare Benatia, out Marchisio “che speriamo di recuperare per la Coppa Italia” mentre per quanto riguarda Khedira il tecnico conta di averlo a disposizione per l’ultima di campionato e quindi per la finale di Champions.

FORMAZIONE – “Negli ultimi tre mesi mediamente ho cambiato da 5 a 8 giocatori, tutte le partite, ma tra domani e mercoledì non potrò cambiare alcuni giocatori. Davanti? Vediamo domani se ne lascerò fuori uno o se giocheranno tutti quattro”. In difesa, invece, ci sarà Benatia: “Domani gioca e sono molto contento (per il rinnovo, ndr) perchè quest’anno ha avuto un pò di problemi a livello muscolare. A livello di difensori, per non parlare di centrocampisti e attaccanti, la Juve è una delle squadre più forti al mondo”.  Su Buffon possibile Pallone d’Oro, invece, Allegri ha detto: “Credo che Gigi lo meriterebbe a prescindere dal risultato di quest’anno e lo avrebbe meritato negli anni precedenti”. E su un possibile ultimo Roma-Juventus di Totti, invece: “Hanno parlato tutti, l’unico che non ha parlato è lui. Si sta parlando di niente – ha ribadito Allegri come già detto in passato -. Al momento che lo farà si potrà fare un commento che sarà positivo perchè Totti è un giocatore che ha illuminato per 20 anni il calcio italiano in Italia e nel mondo”. Infine la situazione di Khedira: “In Coppa Italia sarà impossibile vederlo, vediamo se potrà essere disponibile per l’ultima partita di campionato e prepararlo per la Champions ma è tutto da verificare di giorno in giorno”.

juventus

serie A
Protagonisti:
massimiliano allegri

Fonte: Repubblica

Commenti