Mihajlovic: “Non voglio mezze seghe. Se perdiamo…”

Mihajlovic, Torino (Ansa)

“Ho portato la squadra in ritiro non perché abbiamo perso con il Napoli ma per come abbiamo perso. Si può perdere, ma non bisogna mai mollare. Non è stata una decisione mediatica: serve a me, ai giocatori e alla società perché il campionato dura fino al 28 maggio e bisogna sempre dare il massimo. E si fa per creare un gruppo compatto, la mentalità  giusta e capire dove intervenire per il futuro. Ai miei calciatori non ho mai chiesto di vincere per forza, ma di avere sempre l’atteggiamento giusto, che mi sembra il minimo per un professionista. Ho già detto alcuni mesi fa che non accetto più prestazioni molli”, un ko, quello contro il Napoli che a Sinisa Mihajlovic proprio non è andato giù.

“Basta prestazioni molli e partite da mezze seghe”

In conferenza stampa alla vigilia del match contro il Genoa, l’allenatore del Torino ha chiesto una prova di carattere alla sua squadra: “Avevo detto già che non accetto atteggiamenti molli e partite da mezze seghe, e che se fosse successo avremmo preso delle decisioni di conseguenza. Domani mi aspetto partita seria e importante dai miei giocatori: servirà intensità, impegno, amor proprio, carattere. È vero che io sono sampdoriano, ma non ho nulla contro il Genoa, anzi mi spiace vederli in difficoltà: domani dobbiamo fare la nostra partita per onorare il campionato. Io do sempre quello che ricevo e dipende solo dai giocatori: loro sanno che se domani non si onora la maglia, se non si fa una prestazione all’altezza si va in ritiro fino al Sassuolo senza nemmeno un giorno libero”, ha proseguito l’allenatore del Torino.

“Castan non verrà riscattato”

“Castan? Ha avuto un po’ di problemi fisici, poi, dal momento che non lo riscatteremo, ho preferito provare altri in quel ruolo per poter far bene alcune valutazioni in vista dell’anno prossimo. Castan si è sempre comportato da grandissimo professionista: purtroppo, come detto, non lo riscatteremo e dunque ho preferito fare valutazioni sugli altri elementi del reparto difensivo”, ha annunciato Mihajlovic. Che poi ha lanciato un nuovo messaggio alla sua squadra: “E’ inutile fare una grande prestazione con la Juventus se poi si ha un passaggio a vuoto la settimana dopo contro il Napoli. E’ evidente che a questa squadra manca qualcosa: ora finiamo il campionato e poi faremo le nostre valutazioni. Il nostro obiettivo l’anno prossimo è trovare continuità di prestazioni in casa e fuori casa, cosa che ci è mancata quest’anno per potere lottare per un posto in Europa League”, ha concluso l’allenatore del Torino.

Fonte: SkySport

Commenti