Nicola: “Mantengo la promessa, in bici a Torino”

L’allenatore rossoblù non nasconde la sua gioia per la salvezza conquistata all’ultima giornata: “E adesso mantengo la promessa, vado in bicicletta fino a Torino. Favola? No, tanto lavoro e un progetto portato avanti dalla società”

Un sogno salvezza trasformato in realtà, Crotone salvo all’ultima giornata grazie al successo sulla Lazio e alla contemporanea sconfitta dell’Empoli sul campo del Palermo e adesso per Nicola una ‘passeggiata’ niente male in… bicicletta. “Neanche il tempo di godersi la soddisfazione per la salvezza che subito viene presentato il conto. Crotone-Torino in bici? E’ la parte più facile: lo farò con grande piacere, le promesse le mantengo. Sono disposto a fare di tutto per ottenere ciò che voglio, credo proprio che sarà una passeggiata…”, parla così Davide Nicola dopo l’impresa salvezza conquistata con il suo Crotone. “Favola? Direi che di favola si può parlare per questa partita, è difficile arrivare ad un finale di campionato in cui chi insegue deve aspettare il verdetto da un altro campo in cui una squadra non ha più nulla da chiedere alla sua stagione e che invece ci ha dato una mano. Direi che si è intersecato tutto, in questo senso si può parlare di favola. Per il resto parlerei di progetto che la società ha portato avanti ribadendo la sua fiducia e togliendo alibi a me e ai giocatori”, ha proseguito l’allenatore del Crotone.

“C’è stato un grande lavoro da parte del mio staff, della società e di tutto l’ambiente: io non dimentico la famiglia Vrenna e in particolare Raffele, che anche se oggi non è più il nostro presidente mi è sempre stato vicino. Rimanere qui? Credo che adesso ci sia la volontà di darci le pacche sulle spalle per l’impresa che abbiamo compiuto, poi ci sarà modo e tempo di parlare di futuro”, ha proseguono Nicola. Allenatore del Crotone che esalta la sua squadra: “Questo è un gruppo che ha dei valori morali altissimi, anche nel girone d’andata siamo stati vicini a raccogliere i frutti del lavoro, come successo nelle ultime nostre nove partite”. Nicola che ha festeggiato la salvezza con una maglia speciale con la scritta ALE, con la A di colore rosso: il diminutivo di Alessandro, il figlio dell’allenatore del Crotone che purtroppo non c’è più da qualche anno. Una dedica e un pensiero davvero speciali nella notte della grande festa rossoblù.

Fonte: SkySport

Commenti

Questo articolo è stato letto 132 volte