Cagliari, Rastelli: “Vi stupirò con il bel gioco”. Rossi: “Costruiremo una squadra solida”

Cagliari, Rastelli: "Vi stupirò con il bel gioco". Rossi: "Costruiremo una squadra solida"Da sinistra: Rossi, Giulini e Rastelli  CAGLIARI – “Puntiamo a rimanere in A e, se possibile, a migliorare la classifica”. Tommaso Giulini rassicura i tifosi del Cagliari e guarda avanti con rinnovata ambizione. Nel giorno della presentazione del nuovo direttore sportivo, Giovanni Rossi, il presidente rossoblù tiene a sottolineare i progetti di sviluppo della società: “La priorità è avere lo stadio. Sabato scorso dalla Lega sono arrivate buone notizie, potremmo disputare le prime due partite fuori casa ma l’obiettivo era e rimane quello di avere lo stadio pronto per il 27 agosto. La macchina non si fermerà, perché una volta completata la Sardegna Arena ci sarà da progettare il nuovo stadio: un progetto complesso che richiede una struttura societaria ampliata. Parallelamente, grazie all’arrivo di Rossi, penseremo anche alla crescita della squadra con uno sviluppo dello settore scouting, anche a livello giovanile. Ho scelto Rossi perché mi ha colpito la sua carica, la sua tranquillità e la conoscenza del calcio. Lui, con grande convinzione, mi ha proposto di continuare a lavorare con Rastelli. E questo mi ha fatto molto piacere perché personalmente non ho mai avuto alcun dubbio nel proseguire il rapporto con il nostro allenatore. Volevo che si conoscessero, che si parlassero e che condividessero i programmi per iniziare a lavorare assieme in grande armonia”.

ROSSI: COSTRUIRO’ UN CAGLIARI SOLIDO – Rossi spiega i motivi che l’hanno spinto a scegliere il Cagliari. “E’ un club importante, storico. Mi ha colpito il progetto: dall’esterno si percepisce la voglia di fare, di costruire e di arrivare a traguardi importanti. Dobbiamo fare di Cagliari una piazza ambita. Venire a giocare a Cagliari non è mai stato facile: vogliamo contribuire a sviluppare questa sensazione. Il senso di appartenenza a questa terra è qualcosa di unico. Dal momento in cui sono arrivato ho chiesto di conoscere il mister per capire le sue intenzioni e il suo modo di ragionare. Da lì siamo partiti per buttare le basi che ci permetteranno di avere un Cagliari solido. I numeri dicono che dobbiamo migliorare sotto l’aspetto difensivo ma conta trovare un equilibrio di squadra, dato che si attacca e si difende in undici”.

RASTELLI: VOGLIO CONQUISTARE I TIFOSI CON IL BEL GIOCO – Massimo Rastelli, dal canto suo, non vede l’ora di ripartire: “Cagliari e la Sardegna in questi due anni mi hanno conquistato. Provo grandissima soddisfazione ma anche altrettanta responsabilità. La prossima stagione sarà ancora più difficile ma non mi spaventa niente, sono pronto a una ennesima sfida: lavorerò ancora con la massima passione e dedizione. Voglio conquistare tutti, non solo attraverso i risultati ma anche attraverso un gioco che possa soddisfare i tifosi. Per far conoscere meglio l’uomo Rastelli ho deciso di sbarcare anche sui social, da oggi avrò un account Twitter”, annuncia.

VEDRETE UN CAGLIARI CAMALEONTICO – Infine un’anticipazione sulla prossima squadra: “Costruiremo la rosa anche in base alle partenze. Di solito elenco le caratteristiche dei giocatori di cui ho bisogno al ds e lui pensa ad individuarli. Si vedrà un Cagliari come quello della seconda parte di stagione: camaleontico, che cambierà sistema di gioco anche all’interno dello stessa partita. Lo staff tecnico verrà ampliato, condizione essenziale per continuare a migliorare e per dare un supporto maggiore ai calciatori”.

Cagliari calcio

serie A
Protagonisti:
massimo rastelli
Tommaso Giulini

Fonte: Repubblica

Commenti

Questo articolo è stato letto 280 volte