Milan, Abbiati torna a casa: è il nuovo team manager

Milan, Abbiati torna a casa: è il nuovo team managerChristian Abbiati, 39 anni.  MILANO – Christian Abbiati torna in rossonero. Autentica leggenda del Milan, con cui ha giocato 15 stagioni, 378 presenze, conquistando 6 titoli nazionali e 2 internazionali, l’ex portiere da oggi diventa club manager. “Nel suo nuovo ruolo – si legge in una nota sul sito del Milan – riporterà direttamente al responsabile dell’Area Tecnica e direttore sportivo Massimiliano Mirabelli e farà da interfaccia tra la squadra e la società. Da tutto il club un grosso in bocca al lupo per la tua nuova avventura!”.

“E’ LA MIA SECONDA FAMIGLIA” – “Sono molto emozionato, tornare nella mia seconda famiglia è bellissimo – ha ammesso Abbiati a Milan Tv -.Non pensavo di tornare perché con il cambio di società vedevo tutto un po’ diverso, invece mi hanno chiamato ed ho accettato subito”. Il suo compito sarà quello di accogliere i nuovi acquisti e riportare alla società eventuali problematiche nello spogliatoio. “Far visitare il Museo del Milan – annuncia Abbiati – come prima cosa è positivo. Alla prima gara a San Siro capiranno ancora di più che cos’è il Milan. Io sarò a Milanello e riferirò eventuali problematiche alla società. Sono felice che sia tornato anche Gattuso. Allenare la Primavera non è facile, quindi gli faccio il mio in bocca al lupo”.

GIGIO, BIGLIA E CHAMPIONS – Poi un punto sul mercato, sul tanto discusso rinnovo di Donnarumma e su Biglia, obiettivo del centrocampo rossonero. “Gigio il nuovo Buffon? Guardando la giovane età e guardando quello che ha fatto in questo anno e mezzo ha dimostrato di avere grandi qualità. Ha ancora margini di miglioramento – ha ammesso Abbiati – perché ha solo 18 anni. Biglia l’uomo giusto per il centrocampo rossonero? Non lo so, ma posso dire che ben vengano i campioni al Milan. Più esperienza c’è e più alto è il tasso tecnico meglio è per la squadra – ha proseguito – poi toccherà al mister decidere chi far giocare”. Milan che non può fallire di nuovo l’obiettivo della Champions? “Il ritorno in Champions deve essere l’obiettivo principale della stagione. Deve essere un obbligo e un punto di partenza dal quale ripartire. Ma già l’anno scorso è stato fatto un buon lavoro, sono partiti con un progetto che stanno portando avanti. Ci auguriamo tutti di raggiungere il quarto posto”

ac milan

serie A
Protagonisti:
christian abbiati

Fonte: Repubblica

Commenti