Inter, Thohir garantisce per Suning: “Ha le risorse per riportarci in Champions”

Inter, Thohir garantisce per Suning: "Ha le risorse per riportarci in Champions"Erick Thohir  SINGAPORE – Fidatevi della nuova proprietà, farà di nuovo grande l’Inter. Firmato Erick Thohir. Il magnate indonesiano garantisce sulla nuova proprietà cinese del club milanese e lancia segnali rassicuranti sul futuro. “Sono convinto che Suning abbia le risorse per costruire un’Inter forte, tornare in Champions League e giocarla costantemente”, le sue parole in un’intervista al quotidiano di Singapore The Straits Time.

THOHIR: “L’INTER DEVE GIOCARE REGOLARMENTE IN CHAMPIONS” – Per i nerazzurri, reduci da una stagione deludente, la priorità è ovviamente quella di tornare a giocare in Europa. “L’Inter è una delle migliori squadre al mondo e deve essere in maniera costante in Champions League – sottolinea Thohir, presidente dal 2013 e ancora proprietario di un 30%  – La dirigenza sta cercando di migliorare la squadra per raggiungere il nostro obiettivo il più presto possibile. Questo significa bilanciare i risultati dentro e fuori dal campo. Non dobbiamo solo investire sui giocatori, ma anche affermarci a livello di brand e infrastrutture. Aggiungeremo giocatori alla rosa, ma stiamo anche aumentando la nostra presenza in Cina con il primo store oltreoceano e più accademie”.

“CALCIO ITALIANO DEVE INNOVARSI PER CRESCERE NEL MONDO” –  La nuova proprietà, spiega ancora Thohir, vuole conquistare la fiducia dei tifosi dell’Inter con azioni concrete: “Quando arriva un proprietario straniero i tifosi si fanno molte domande: chi siamo, cosa vogliamo fare. Quindi dobbiamo dimostrare loro che siamo impegnati nella costruzione della squadra. Ci vorrà del tempo per avere successo, ma abbiamo l’esempio del Leicester”, dice in riferimento al thailandese Vichai Srivaddhanaprabha. Thohir si sofferma poi su alcuni punti che dal suo punto di vista potrebbero aiutare il prodotto del calcio italiano a crescere nel mondo: “Dobbiamo innovare, adattare gli orari delle partite per raggiungere i tifosi con un fuso orario diverso e andare in tour per costruire il brand non solo dell’Inter ma di tutto il calcio italiano. Stiamo lavorando con i vertici della Lega su questo per rendere la serie A ancora più forte”.

SPALLETTI: “CHI VUOL LAVORARE CON ME DEVE SENTIRSI L’INTER” – Lo stesso Luciano Spalletti è consapevole della missione che lo attende all’Inter. “Un obbligo il ritorno in Champions? L’obbligo è quello di sentirlo come un obiettivo minimo. Ma sapendo che l’ultima classifica dice che le prime tre erano lontane e che per colmare quel gap dovremo vincere 9-10 gare in più. Senza dimenticare che anche le altre si stanno rinforzando”, dichiara il tecnico, che prima di parlare di risultati sa di dover lavorare su alcuni aspetti chiave. “Perché le cose accadano, bisogna volerle davvero. Ho del sentimento e cercherò con tutte le forze di trasferire il mio modo di lavorare e le mie convinzioni alla squadra. All’Inter come squadra, non ai singoli. Perché questo gruppo ha tanti valori ma poi ognuno ritiene di aver fatto il suo e come collettivo non funziona. Chi vuol lavorare con me deve sentirsi l’Inter, non un calciatore dell’Inter. Se no è inutile parlare di senso di appartenenza. Bisogna avere a mente la grande storia di questo club. Se non capiscono cosa vuol dire vestire la maglia dell’Inter  – conclude –  non si va da nessuna parte”.

Inter

serie A
Protagonisti:
erick thohir

Fonte: Repubblica

Commenti