Orgoglio Samp, vince Mou 2-1. Atalanta-Novara 1-0

Darmian abbraccia Mkhitaryan dopo il gol dell’1-0

Un giorno speciale. Per la prima volta nella storia, Manchester United e Sampdoria si affrontano, nel giorno del 50° compleanno di Marco Giampaolo, allenatore dei blucerchiati, che oltre ad un’amichevole di lusso si è regalato anche l’arrivo di Gaston Ramirez. La sfida si gioca a Dublino e i liguri si schierano con il convenzionale 4-3-1-2. In avanti la coppia composta da Quagliarella e Caprari, con Praet alle spalle delle due punte. A centrocampo Barreto, Linetty e Torreira, mentre davanti a Puggioni c’è la linea a quattro di Sala, Pavlovic, Silvestre e Regini. Mourinho manda dentro dal primo minuti i nuovi arrivi Lukaku e Matic, quest’ultimo ufficializzato pochi giorni fa. In campo anche Pogba e l’italiano Darmian; tante stelle in panchina, tra cui Mata, Martial e Fellaini.

Il primo tempo

Sono i Red Devils a rompere presto l’equilibrio. Da un calcio di punizione in area in favore della Sampdoria, che si infrange sulla barriera, parte il contropiede degli inglesi. La ripartenza perfetta viene chiusa dal colpo di testa di Mkhitaryan, che al 9’ porta in vantaggio il Manchester United. La risposta dei blucerchiati è affidata come spesso accade all’estro di Fabio Quagliarella, che si esalta nelle grandi occasioni. L’attaccante al quarto d’ora scorge De Gea fuori dai pali e prova a sorprenderlo con un pallonetto dalla distanza; il pallone termina di poco alto. Al 22’ United vicino al raddoppio: il traversone di Valencia trova ancora la testa del giocatore armeno, ma Puggioni è reattivo nel neutralizzare la conclusione dell’avversario. Poco dopo ci prova Lukaku, ma il tiro termina a lato. Il Manchester ha il controllo della gara e continua a spingere: Mkhitaryan arriva a colpire nuovamente di testa ma stavolta la palla finisce fuori (36’). Nel finale di frazione, Lindelof sfiora l’autogol con De Gea battuto, ma la Samp torna negli spogliatoi sotto di una rete.

Il secondo tempo

Quattro cambi all’intervallo per Mourinho, che tra gli altri toglie Pogba e Mkhitaryan; nessuna sostituzione invece operata da Giampaolo. La continuità è la scelta giusta, per la Sampdoria, che comincia la seconda frazione meglio dei rivali. Tanto da trovare anche il pareggio al 64’: il tiro dalla lunga distanza di Praet batte De Gea, per l’1-1. I due tecnici danno fondo alla panchina e da lì il Manchester pesca il jolly vincente. La gioia del pari dura poco, infatti, perché Mata riporta in vantaggio lo United su assist di Martial (81’).

Il tabellino

Sampdoria-Manchester United 1-2
Marcatori: 9’ Mkhitaryan, 64’ Praet, 81’ Mata.

SAMPDORIA: Puggioni (dall’86’ Tozzo), Sala (dal 75’ Bereszynski), Barreto (dal 75’ Djuricic), Caprari (dal 75’ Bonazzoli), Linetty (dal 66’ Alvarez), Praet (dal 75’ Verre), Regini, Pavlovic (dal 66’ Murru), Silvestre, Quagliarella (dall’85’ Kownacki), Torreira (dall’86 Capezzi). A disposizione: Simic, Dodo, Leverbe. All. Giampaolo.
MANCHESTER UNITED: De Gea (dal 76’ Pereira), Lindelof (dal 76’ Jones), Pogba (dal 46’ Fellaini), Lukaku (dal 59’ Rashford), Smalling (dal 77’ Bailly), Pereira (dal 46’ Herrera), Blind (dal 59’ Martial), Mkhitaryan (dal 46’ Mata), Valencia, Matic (dal 46’ Carrick), Darmian (dal 77’ Tuanzebe). A disposizione: Fosu-Mensah, McTominay. All. Mourinho.

Atalanta-Novara 1-0 (52’ Mancini)

Un gran colpo di testa di Mancini nel secondo dei tre tempi di mezzora, decide l’amichevole con il Novara disputata sul campo principale del Centro Bortolotti di Zingonia. Gasperini ha sfruttato il test per dare minutaglie a molti dei giocatori che hanno trovato poco spazio nella gara con il Borussia Dortmund. A risolvere il match è stato al 7′ del secondo tempo Mancini che di testa ha deviato un perfetto calcio d’angolo di Haas. La squadra godrà ora di due giorni di riposo: la ripresa è fissata per sabato alle 16,30.
ATALANTA: Gollini (1′ t.t. Rossi); Bastoni (21′ t.t. Heidenreich), Mancini, Del Grosso (1′ s.t. Migliorelli); Nica (17′ p.t. Alari), Melegoni (21′ t.t. Mallamo), Pessina (24′ s.t. Schmidit), Gosens; Orsolini (1′ t.t. Monachello), Cornelius (24′ s.t. Vido), Haas. A disposizione: Salvi, Kulusevski. Allenatore: Gian Piero Gasperini.
NOVARA: Montipò (1′ t.t. Benedettini), Calderoni, Mantovani (11′ t.t. Beye), Scognamiglio (19′ t.t. Bellich), Tartaglia (1′ t.t. Armeno); Casarini (16′ s.t. Bolzoni), Ronaldo (12′ s.t. Nardi), Orlandi (17′ t.t. Stoppa); Chajia (20′ s.t. Schiavi), Sansone (12′ s.t. Da Cruz), Macheda (17′ s.t. Simeri). A disposizione: Farelli. Allenatore: Eugenio Corini.

Fonte: SkySport

Commenti

Questo articolo è stato letto 265 volte