Verona-Napoli 1-3, gli azzurri rispondono subito alla Juve

VERONA – Il Napoli conquista i primi tre punti del campionato nella trasferta di Verona. Contro l’Hellas la squadra di Sarri vince per 3-1. Sblocca il risultato l’autorete di Souprayen. Raddoppia Milik su assist di esterno d’estro di Insigne. Chiude la partita Ghoulam con un sinistro a porta vuota dopo un dialogo Insigne-Mertens. Nel finale reazione dei ragazzi di Pecchia. Hysaj stende Bessa e fa rosso e rigore: Pazzini accorcia le distanze ed esulta in modo polemico nei confronti del suo allenatore, reo di averlo escluso dall’undici titolare. Gli azzurri iniziano da dove avevano concluso la passata stagione, quella degli 86 punti, record del club in Serie A. Si tratta del tredicesimo risultato utile consecutivo, l’ultima sconfitta in casa contro l’Atalanta il 25 febbraio.

LA PARTITA – Sarri fa turnover, ma non in modo massiccio. Dentro Milik al posto di Mertens, Zielinski per Allan e Chiriches per Albiol. Pecchia non rinuncia alle tre punte, ma invece di Pazzini, preferisce schierare Bessa per avere una maggiore copertura. La partita stenta a decollare e le occasioni principali le crea il destro di Insigne: prima con gli assist, poi con un paio di conclusioni a giro bloccate da Nicolas. Per sbloccare il risultato serve l’aiuto del Verona. Nicolas, fino a quel momento sicuro, sbaglia il tempo dell’uscita: il pallone sbatte sullo stinco del terzino che insacca nella sua stessa porta. Qualche momento di incertezza per un sospetto di carica al portiere, ma il Var decreta il gol.

SI SCATENA INSIGNE – Il vantaggio scioglie il Napoli e soprattutto Insigne. Da un calcio di punizione dal limite del Verona scatta la 4×100 degli azzurri. Romulo sbaglia l’appoggio, Diawara si avventa sul pallone e serve il fantasista della Nazionale. Insigne è bravissimo a evitare il contatto con il difensore e d’esterno destro – se fosse stato Quaresma avremmo detto ‘trivela’ – serve al millimetro Milik, bravo a sfruttare al meglio la sua principale occasione. Nel secondo tempo Sarri inserisce Mertens al posto del centravanti polacco. Dopo qualche minuto uno-due pregevole tra il belga e Insigne, che scucchiaia per il compagno. Nicolas esce tempestivamente e blocca il tiro di Mertens, ma il più lesto è Ghoulam che scaraventa il sinistro in porta. E’ il 3-0 e la partita è chiusa.

REAZIONE VERONA – Sotto la pioggia battente il Verona reagisce. Entra Pazzini per Cerci e l’attaccante si rende subito pericoloso con un colpo di tacco. Poi l’errore di Hysaj e il rigore realizzato dal bomber, che si arrabbia con il suo allenatore. Dopo il gol il Verona sfiora il 3-2 in due occasioni, con Caceres e il subentrato Valoti: entrambi colpiscono indisturbati di testa senza centrare la porta. Sarri si infuria, ma il suo Napoli riesce comunque a portare a casa i primi tre punti della stagione. Adesso sotto con il ritorno del Playoff di Champions League: il 2-0 dell’andata è buon risultato, ma a Nizza servirà la massima attenzione per centrare la fase a gironi.

ssc napoli

serie A
hellas verona
Protagonisti:

Fonte: Repubblica

Commenti

Questo articolo è stato letto 243 volte