PASSIONE CELESTE – Il grande VAReggio e il polacco (nuovamente) infortunato

di Don Rocco Barra

Il grande VAReggio ed il polacco sfortunato. Quante polemiche sponda bianconera sulla partita contro l’Atalanta. Non ci possono credere che stanno fischiando le irregolarità anche a loro. Mauro, Vialli, Allegri, Zuliani; tutti pezzi da novanta bianconeri contro il VAR. Ma che vi ha fatto di male? La gente dice: “assa fà finalmente la verità è entrata nel calcio”; segno che non ci è mai stata. Sacchi nel 2002 inizio a scoprire questi altarini palesando le irregolarità della serie A ricordando che nell’unico anno in cui il sorteggio arbitrale fu libero, lo scudetto lo vinse il Verona. Incredibile ma vero!!! Appena fu presentato questo strumento fui molto scettico, visto che era a discrezione del direttore di gara se accettare la visione del VAR o meno e il rigore dei bianconeri, poi sbagliato dal “messi” della serie A (ma fatemi il piacere!!!), ha ristabilito giustizia. Il campo di Bergamo sarà durissimo per tutti, Napoli compreso!!! Ci sta che le grandi lì ci rimettano pure le penne. L’anno scorso si criticava il Napoli di provincialismo perchè in alcuni match con i bianconeri si scansavano e col Napoli diventavano come il Real Madrid. Mi ricordo da premium a Sky, critiche becere sull’immaturità del Napoli. Ora che tutto sta andando secondo verità, chi ha sempre vinto e stravinto (con aiuti pesanti), segue la stessa lagna dei partenopei e sono pure giustificati!!! Siete ridicoli!!! Meno male che la Lega ha ribadito che il sistema è eccellente e che continua il suo sviluppo. Lo dico da tifoso, da quando esiste la serie A, da quest’anno la verità si è affacciata sul nostro campionato.

Dopo lo sfogo, passiamo a qualcosa di più importante. AREK di nuovo ai box. Che sfortuna per il nostro attaccante, in un anno saltano tutti e due i crociati. Nel campo di patate della Spal, il ginocchio (quello sano) ebbe una torsione innaturale e Milik vide di nuovo il fantasma dello stop. Andò via sulle sue gambe e tutti pensammo ad una forte contusione, distrazione ecc.; ma l’esame strumentale ci accoppò: lesione totale del crociato; danno più grave del primo infortunio. Subito sotto i ferri, guidati sapientemente da un mago della chirurgia, il prof. Mariani, Arek a ripreso si da subito le terapie di recupero. i tempi si aggirano tra i 5 o 6 mesi e speriamo, come l’anno scorso, che quei tre li davanti non si facciano male, anche perchè un centravanti di ruolo non lo abbiamo; siamo felici della trasformazione di “ciro” Mertens, ma siamo anche consapevoli che con un anno in più sulle spalla sarà più difficile ripetere la prestazione del campionato scorso (anche se per adesso ne sta ricalcando le orme). Allora perchè non ci siamo tenuti Pavoletti, visto che adesso poteva servirci? caro mister ogni tanto fai riposare Mertens, magari spostando Callejon al centro e mettendo Ounas. Ogni tanto fai riposare pure Callejon e Insigne, perchè fino a Gennaio è dura e la coperta li davanti è corta! Forza Arek, ti aspettiamo e sempre e comunque FORZA NAPOLI

Commenti