Giampaolo: “Consapevolezza sì, euforia no”

Marco Giampaolo non ammetterà cali di tensione. Ranghi serrati, per tornare con la solita umiltà a stupire. Insomma, consapevolezza sì, ma euforia no: la vittoria sulla Juventus è già un ricordo. Al Mugnaini di Bogliasco l’attenzione è virata ormai da giorni sul Bologna, prossimo avversario dei blucerchiati domani pomeriggio, sabato, allo stadio Dall’Ara. “Domenica scorsa si è chiuso il primo trimestre, ma ne restano altri due e dobbiamo continuare a studiare” ha detto Giampaolo, nella conferenza stampa della vigilia. Dai suoi giocatori l’allenatore si aspetta di vedere la stessa intensità messa in campo con i bianconeri. Lo ha detto a caldo, nel post-partita del Ferraris, e lo ha ribadito oggi: “La squadra è sul pezzo, durante la settimana non ho ravvisato cali di tensione. Il gruppo vuole provare a difendere la posizione di classifica che occupa attualmente: se confermeremo quanto fatto in allenamento disputeremo una gara positiva”.

Nessun programma

Il Bologna è reduce dal successo esterno ottenuto in casa dell’Hellas Verona, che ha interrotto il filotto negativo durato quattro giornate e ha proiettato i rossoblù di Donadoni a quota 17 punti: “Sappiamo che affronteremo un avversario difficile da fronteggiare, che va rispettato. Non bisogna cullarsi troppo sulla vittoria ottenuta con la Juve perché i punti in palio domani hanno lo stesso valore”. Giampaolo non vuole caricare di pressioni i suoi ma sottolinea quali siano i sentimenti che li animano: “Vivere alla giornata non vuol dire non avere obiettivi ma dare valore al lavoro che svolgiamo durante la settimana. La nostra motivazione più forte in questo momento ce la dà la classifica: nessuno di noi vuol fare passi in dietro. Se giochiamo con la mente leggera ci divertiamo”.

Fonte: SkySport

Commenti