Mertens: “Clausola da 28mln? Un affare per tutti”

Anche in questa stagione i suoi gol si stanno rivelando fondamentali per la squadra di Maurizio Sarri, Dries Mertens continua ad essere una pedina importante per la sua squadra in Italia e in Europa. 13 gol e 9 assist in 20 presenze finora in questa stagione, intervistato dal portale Het Laatste Nieuws l’attaccante belga ha rilasciato dichiarazioni importanti anche riguardo i retroscena di mercato che l’hanno visto coinvolto nelle ultime finestre. “In inverno ho ricevuto improvvisamente un’offerta dalla Cina – ha ricordato Mertens riferendosi a quanto successo quasi un anno fa – mi avrebbero dato tantissimi soldi, ma il Napoli non voleva me ne andassi e anche io volevo rimanere in Italia. Mi sono chiesto: ‘E se ricapitasse l’occasione?’ Ora c’è una clausola nel mio nuovo contratto da 28 milioni di euro e non sono una cifra eccessiva per un club cinese, anzi sarebbe un affare per molti: quale giocatore che fa 28 gol in Serie A vale 28 milioni? Nessuno, vero?”.

Passato e futuro

E ancora, sulla sua esperienza a Napoli dove è amato da tutti. “No, non posso essere avvicinato a Maradona, sono solo Mertens! E gli ultimi dodici mesi sono stati pazzeschi per me. Non sono Messi e neppure Ronaldo e non mi considero neppure un giocatore di livello mondiale. Il gioco del Napoli è perfetto per me, voglio raggiungere qui i miei obiettivi. Per quanto riguarda il futuro, in vacanza non vado mai nello stesso posto, ma ora l’addio al Napoli non è all’ordine del giorno. C’è stato un interesse del Barcellona nei miei confronti in passato, ma là sarei stato la riserva del tridente Messi, Suarez e Neymar. Certo, se avessi saputo che il brasiliano sarebbe partito in estate chissà… Dopo un anno così bello al Napoli però non avevo voglia di tornare a fare panchina, neppure in una squadra come il Barcellona, quindi ho deciso di rinnovare il mio contratto. E poi solo dopo ho saputo della cessione di Neymar al Psg”, ha concluso Mertens.

Fonte: SkySport

Commenti