Mihajlovic: “Voglio vedere lo spirito da Toro”

La vittoria sul Carpi ha ridato morale, alla squadra e ad Andrea Belotti, che è tornato al gol. Domani sera, il Torino vuole confermarsi anche in campionato, contro l’Atalanta. Sinisa Mihajlovic ha incontrato oggi i media presso la sala conferenze dello stadio Olimpico Grande Torino per presentare la sfida: “Domani voglio vedere lo stesso spirito da Toro che mettevamo in campo l’anno scorso quando giocavamo in casa: l’Olimpico Grande Torino deve tornare ad essere il nostro fortino. La neve? Al di là del campo sarà comunque una battaglia. Loro puntano tanto sui duelli individuali. Noi l’abbiamo preparata bene, ma tutto dipenderà dal nostro spirito e dal nostro atteggiamento. Ci serve una vittoria per scalare posizioni: c’è un gruppo affollato in zona Europa e aggiudicarsi degli scontri diretti permetterebbe di superare diverse avversarie”.

Analisi dei singoli

“Lyanco sta bene ed è il nostro futuro, ma ancora non è al 100%; anche Burdisso sta facendo ottime cose e merita di vivere questo splendido presente. Sono entrambi giocatori affidabili. Con Nicolas in difesa abbiamo acquisito sicurezza e coraggio: i difensori centrali sono quelli che devono farsi sentire e dirigere il gioco. I nostri giovani possono imparare e crescere molto allenandosi e giocando con un calciatore come lui. L’Atalanta ha cambiato molto ma sta disputando una buona stagione, sia in Italia che in Europa: sarà una partita molto difficile” ha proseguito l’allenatore. Per quanto riguarda la formazione, c’è un grosso dubbio relativo a Niang: “Ha preso una botta, nulla di grave ma non gli permette di correre. Vediamo oggi come sta. Barreca? Non è ancora pronto. De Silvestri e Molinaro si giocano un posto sugli esterni insieme ad Ansaldi. Mi aspetto molto da Ljajic e Belotti. Per un attaccante i gol sono fondamentali: era importante sbloccarsi e contro il Carpi il Gallo ce l’ha fatta”.

Fonte: SkySport

Commenti

Questo articolo è stato letto 133 volte