Gli interventi di Stefano Barigelli, Ciro Venerato e Guido Angelozzi a Radio Crc

A Radio Crc nella trasmissione “Si gonfia la rete” è intervenuto Stefano Barigelli, condirettore del Corriere dello Sport

“A questo punto della competizione il Napoli può essere uno dei favoriti in questa Europa League per cui bisogna elogiare la forza del Lipsia, ma credo siano più preoccupati loro dei napoletani. 

Senza Ghoulam e Insigne il Napoli fa fatica. Non condivido il pessimismo che c’è attorno alla squadra azzurra perché è vero che li Napoli ha perso qualche battuta, ma tutte le squadre abbasseranno il ritmo e livello di gioco nell’arco della stagione. Il momento di flessione è determinato anche da assenze importanti e col lavoro di Sarri e qualche rinforzo a gennaio, le cose possono cambiare. Serve un altro difensore di fascia e pensare di non rinforzare questa squadra in alcuni ruoli sarebbe sbagliato. 

Il Napoli non è più raccolto in 30 metri, si allunga e questo va al di là dei singoli. E’ un momento della stagione in cui provi a fare delle cose, ma non ti riescono. Poi magari far giocare di più qualche giocare può essere giusto, ma credo che la squadra stia pagando lo sforzo dei preliminari di Champions”. 

A Radio Crc nella trasmissione “Si gonfia la rete” è intervenuto Ciro Venerato, giornalista

“Stamattina c’è stato un colloquio telefonico tra l’entourage di Vrsaljko e Giuntoli: Riso ha ribadito la volontà del calciatore di trasferirsi al Napoli. Il contratto anche se a livello regolamentare non può superare i 4 anni e 6 mesi, di fatto, c’è un accordo sulla parola su 5 anni e 6 mesi col Napoli. La società azzurra può mettere sul piatto 20 milioni e consentire all’Atletico di mettere a bilancio una cifra importante. Questo è un dettaglio non da poco perché anche la Roma è interessata a Vrsaljko e vorrebbe prenderlo a gennaio, a differenza della Juve che lo vorrebbe a giugno. Poi c’è da convincere l’Atletico Madrid che deve mettere a posto i suoi conti visto che a gennaio prenderà 2 calciatori ossia Vitolo e Diego Costa e non potrà prenderne un terzo per sostituire Vrsaljko.

Il Napoli al momento non ha l’ok di De Laurentiis per un investimento economico sull’esterno offensivo per gennaio”. 

A Radio Crc nella trasmissione “Si gonfia la rete” è intervenuto Guido Angelozzi, direttore tecnico del Sassuolo

“Stiamo cercando di guarire, bisogna recuperare dei giocatori importanti e che in questo momento non stanno rendendo per varie situazioni. Berardi sta venendo fuori, ieri ha dato segnali di risveglio, ma ci sono anche altri giocatori che piano piano stanno venendo fuori. 

Berardi al Napoli a gennaio? I rapporti tra Sassuolo e Napoli sono buonissimi, c’è stima reciproca. Quest’estate Berardi è stato vicino al Napoli, poi volevamo tenerlo ed è rimasto, ma a gennaio come filosofia è difficile che lasciamo partire qualcuno. Per rispetto, devo dire che Zapata quest’estate non ha rifiutato il Sassuolo, ma è non siamo riusciti a chiudere per Berardi. In pochi conoscono il Berardi uomo, lui ha un amore verso il Sassuolo e la proprietà smisurata e fa fatica ad andar via. E’ un ragazzo troppo affezionato alla società, poi verrà il momento in cui deciderà di andare altrove. Nessun calciatore del Sassuolo ha clausole, neppure Berardi. 

Non confermo che Cannavaro a gennaio lascerà il Sassuolo, c’è questa situazione con la Cina, ma vediamo. Tonelli è un buon calciatore, ma se prima non decidiamo cosa fare con Cannavaro sono discorsi prematuri. Seguiamo anche Paletta”. 

I presenti comunicati sono stati inviati da Crc. Si declina ogni responsabilità dal contenuto degli stessi

Commenti