Belotti, scatto del Gallo: 2016-2018, gol gemelli

Andrea Belotti è tornato al gol, appuntamento al quale l’attaccante del Torino mancava dal 16 dicembre contro il Napoli. E’ la parola fine messa su un’astinenza che rischiava di diventare cronica e che arriva nel momento più opportuno, a una settimana dal derby contro la Juventus. Ma c’è di più. Quella contro l’Udinese è stata una rete bellisima del Gallo, arrivata dopo una fuga di 50 metri, iniziata saltando Nuytinck e resistendo al ritorno di Samir.

Quello scatto da velocista, inoltre, è una sorta di déjà vu o flashback – come ha detto lui stesso nel post partita – che ci riporta alla stagione 2015-2016. E’ il mese di maggio: stesso protagonista, Belotti, e stesso avversario, l’Udinese. Ma stavola si gioca allo stadio Friuli. La dinamica è pressocché la stessa, anche la porta (sotto il settore nord) dove il Gallo deposita il pallone. Ciò che cambia sono i metri: dai 50 dell’Olimpico si passa ai circa 70 del Friuli, per un allungo ancora più importante e impegnativo. L’esito, però, è lo stesso. 

Il Gallo scatta e la difesa dell’Udinese insegue invano l’attaccante granata che, dopo aver aggirato Edenilson, deposita in rete per il 4-1. In quell’occasione in panchina c’era Ventura – che poi sarebbe diventato Ct azzurro – che si divertì mostrando il gesto della cresta, marchio di fabbrica del Gallo Belotti.

“Sì, mi è venuto un flashback – ha detto la punta granata – è stato come il gol di due anni fa. Forse l’Udinese mi porta bene. Se è il bianconero ad ispirarmi in vista del derby? Quella sarà una partita difficile, sappiamo quanto sia forte la Juve. Dobbiamo preraparla bene ed essere compatti”.

Fonte: SkySport

Commenti