Sassuolo, c’è la Lazio: in quattro a parte

Il Sassuolo di Giuseppe Iachini attraversa un momento poco brillante. La vittoria manca dallo scorso 23 dicembre, quando i neroverdi riuscirono a battere l’Inter in casa: da allora tre pareggi e quattro sconfitte, l’ultima domenica scorsa in casa del Bologna. L’occasione per risollevare la testa si presenta in casa contro la Lazio, una partita che il Sassuolo vuole assolutamente vincere per migliorare il morale di tutto l’ambiente e allontanarsi dalle zone pericolose della classifica – che vede ora i neroverdi al 16º posto con i loro 23 punti conquistati in 25 partite di campionato. In occasione della sfida contro i biancocelesti guidati da Simone Inzaghi, Iachini non potrà fare affidamento su Goldaniga che il giudice sportivo ha squalificato per un turno. L’allenatore neroverde potrebbe quindi pensare di puntare o su Maurico Lemos oppure su Federico Peluso – da spostare in mezzo al reparto arretrato. I due giocatori sono in lista per il posto da difensore centrale titolare lasciato libero dall’ex Palermo espulso al Dall’Ara.

Alla ricerca di punti e gol

Per l’ex Las Palmas, arrivato in Italia a gennaio, ci potrebbe dunque essere l’occasione di tornare in campo dopo la bruttissima giornata vissuta contro la Juventus all’Allianz Stadium. In alternativa, spazio al giocatore cresciuto proprio nelle giovanili della Lazio, che porterebbe così Iachini a inserire un altro tra Adjampong e Rogério sulla corsia mancina. Decisioni che verranno prese nei prossimi giorni e provate negli allenamenti della settimana: quest’oggi i neroverdi hanno svolto riscaldamento, esercitazioni tecnico tattiche, possessi palla e lavoro metabolico a secco. A parte Babacar, Francesco Magnanelli, Alessandro Matri e Matteo Politano. La squadra, poi, dovrà cercare di migliorare anche dal punto di vista offensivo: contro il Bologna Babacar ha trovato il suo primo gol in neroverde ma i limiti offensivi sono stati un’altra volta evidenti. I numeri dicono che quello del Sassuolo è il peggior attacco del campionato, staccato anche dal Benevento a segno tre volte nell’ultimo match. 15 gol fatti in 25 giornate, soltanto due nel 2018; manca, poi, ancora il primo successo nel girone di ritorno. Su questi punti dovrà lavorare Iachini con la sua squadra per provare a vincere già contro la Lazio e non rischiare di giocarsi il futuro soltanto negli scontri diretti.

Fonte: SkySport

Commenti

Questo articolo è stato letto 321 volte