Ferito da carta igienica: la partita non si gioca

Tutto pronto, la partita dell’anno per il Paok Salonicco sta per iniziare. Squadre allineate in attesa del saluto immediatamente precedente al fischio d’inizio. Tutto tranquillo, nonostante un’atmosfera bollente all’interno dello Stadio Toumba: coreografie già eliminate dalle curve, silenzio in vista dell’inizio di Paok-Olympiakos. Dalla tribuna piove l’ennesimo rotolo di carta igienica. Traiettoria che sembra quasi telecomandata, parabola che si interrompe quando incontra, anzi, si scontra, con il viso di Oscar Garcia, allenatore degli ospiti. Mani immediatamente sul volto, attimi di paura. Soccorso immediatamente, lo spagnolo viene trasportato immediatamente in ospedale, dove dovrà restare almeno una notte. Con conseguente fischio… finale: l’arbitro dice no, non si gioca. Partita sospesa, 0-3 a tavolino e penalizzazione al Paok in arrivo. E pensare che in caso di vittoria i padroni di casa avrebbero potuto allungare in classifica, con il mirino puntato verso un titolo greco che manca dal 1985. 

Fonte: Sky

Commenti