Roma, problemi cardiaci per Nura: fermo un mese

Sarà costretto a fermarsi per trenta giorni Abdullahi Nura, giovane calciatore di proprietà della Roma ma in prestito al Perugia in Serie B. Uno dei talenti più brillanti della società giallorossa, seguito molto da vicino anche in questa nuova avventura. Negli ultimi due anni, però, Nura ha fatto fatica a esprimersi ad alti livelli a causa di problemi cardiaci. Già due anni fa c’è stato un primo stop, durato due mesi. Non fu necessario un intervento chirurgico, ma ci furono degli accertamenti invasivi. Nura è poi ritornato a giocare, prima di questo nuovo stop reso necessario dagli ultimi controlli effettuati il 28 febbraio. L’esterno classe ’97, infatti, è stato sottoposto a dei controlli cardiologici che hanno evidenziato la necessità di osservare un periodo di riposo di 30 giorni, per poi risottoporsi agli accertamenti del caso.

Il comunicato di Roma e Perugia

La Roma e il Perugia hanno annunciato l’esito degli esami ai quali è stato sottoposto Nura con un comunicato congiunto, apparso sui siti di entrambe le società coinvolte. “Mercoledì 28 febbraio 2018, Abdullahi Nura, è stato sottoposto a controlli cardiologici programmati dai quali sono emersi reperti che hanno reso necessario un periodo di riposo dall’attività sportiva di trenta giorni, successivamente al quale verranno ripetuti gli accertamenti del caso”, si legge sui siti ufficiali di Roma e Perugia. Il classe ’97 era arrivato in giallorosso dallo Spezia nell’estate del 2015 e in questo mercato di gennaio è stato girato in prestito in Serie B. Con la maglia del Perugia, fino a questo momento, tre presenze dalla panchina contro Cittadella, Frosinone e Palermo, per un totale di 54 minuti giocati. Ora questo stop, che ancora una volta ne rallenta la crescita. Sperando sia l’ultimo per un ragazzo in cui la Roma crede tantissimo per il futuro.

Fonte: SkySport

Commenti

Questo articolo è stato letto 592 volte