Rizzoli: “VAR migliorata, in Europa più rispetto”

Le statistiche della VAR

Finora la VAR, come prevedibile, ha avuto alti e bassi. In numeri sono stati 1566 gli episodi controllati, con 94 in casi in cui la decisione è stata cambiata, ovvero uno ogni 3,12 partite. 75 volte si è ricorsi all’on field review e 61 volte gli arbitri hanno cambiato idea, mentre 14 hanno confermato la loro prima decisione. Su 94 correzioni totali quindi, 33 sono arrivate senza l’on field review. Del 1566 casi analizzati, 825 hanno riguardato gol, 413 calci di rigore e 325 espulsioni dirette, con rispettivamente 36, 13 e 35 decisioni cambiate. Il tempo medio per la decisione del VAR è stato fino a questo momento di 31,55 secondi, 46,7 per correzione con la VAR e 35,4 per l’on field review. Il tempo medio totale per la correzione di un errore è stato quindi di 1,22 secondi. E Rizzoli è ripartito proprio dall’analisi di quest’ultimo dato, aggiungendo una piccola constatazione: “Ci sono delle partite in cui il tempo per prendere una scelta è molto ampio, altre in cui in 15 secondi si riesce a redimire la situazione – ha spiegato l’ex fischietto bolognese -. Tendenzionalmente le decisioni più vleoci sono i fuorigioco. Ovviamente dovete considerare solamente situazioni da protocollo, di questi 1600 analizzati 94 correzioni è un numero accettabile. Gli errori col VAR sono 16-18, dobbiamo aspettare la valutazione dell’IFAB”.

Fonte: SkySport

Commenti