Islanda-Croazia, le probabili formazioni

Dopo il 3-0 all’Argentina c’è grande entusiasmo in Croazia, per una Nazionale che vince e diverte. Talento e concretezza, la squadra di Dalic sembra avere tutto per andare molto avanti in questo Mondiale. Qualificazione ottenuta facilmente già dopo due giornate, in un girone comunque ostico che vedeva la presenza di una squadra come l’Argentina, e primo posto quasi in cassaforte. La Croazia, infatti, potrebbe essere raggiunta soltanto dalla Nigeria, ma un sorpasso sarebbe molto difficile. La squadra di Dalic ha +5 di differenza reti, contro lo 0 della Nazionale africana. Significa che la Croazia andrebbe al secondo posto soltanto in caso di sconfitta, di contemporanea vittoria della Nigeria e di ribaltamento di quel +5 di differenza reti che c’è tra le due squadre. L’Islanda, invece, ha ancora qualche chance di qualificazione, grazie al pareggio all’esordio contro l’Argentina. Poi è arrivata la sconfitta contro la Nigeria a complicare terribilmente la situazione. L’Islanda deve battere la Croazia, compito comunque difficile, e sperare in un risultato favorevole in Nigeria-Argentina. In caso di vittoria nigeriana la qualificazione diventerebbe impossibile anche in caso di successo. In caso di pareggio o di vittoria dell’Argentina, l’Islanda dovrebbe vincere e avere poi una differenza reti migliore rispetto alla squadra con cui arriva a pari punti. Incroci che renderanno appassionante ogni minuto di quest’ultima giornata del girone D, con in ballo il destino di tre Nazionali e con un solo posto agli ottavi di finale in palio.

La probabile formazione dell’Islanda

Non è andata bene la partita contro la Nigeria, che avrebbe potuto regalare all’Islanda la grande chance di giocarsi quest’ultima giornata da favorita. La doppietta di Musa, invece, ha portato la Nazionale nigeriana a tre punti, con la squadra di Hallgrimsson ferma all’unico punto conquistato contro l’Argentina. L’Islanda, però, sta giocando questi Mondiali con grande orgoglio e continuerà a farlo fino alla fine. Contro la Croazia novanta minuti da dentro o fuori, c’è da scalare una montagna per arrivare alla qualificazione. Hallgrimsson non cambia, non snaturerà la sua squadra e partirà con il solito 4-4-2 e con gli undici scesi in campo nella gara persa contro la Nigeria. Davanti al portiere Halldorsson ci saranno aevarsson, Arnason, Ragnar Sigurdsson e Magnusson a comporre la linea a quattro. Gunnarsson e Gylfi Sigurdsson guideranno il centrocampo, con Gislason e Bjarnason sugli esterni. In avanti la coppia formata da Bodvarsson, Finnbogason.

ISLANDA (4-4-2): Halldorsson; Saevarsson, Arnason, Ragnar Sigurdsson, Magnusson; Gislason, Gunnarsson, Gylfi Sigurdsson, Bjarnason; Bodvarsson, Finnbogason. All: Hallgrimsson

La probabile formazione della Croazia

Contro l’Argentina la mossa tattica vincente è stato l’avanzamento di Modric sulla linea dei trequartisti, alle spalle di Mario Mandzukic, con l’esclusione di Kramaric e l’inserimento di Brozovic davanti alla difesa. Contro l’Islanda, invece, Dalic dovrebbe riproporre la coppia Rakitic-Modric in mediana, con il rientro di Kramaric nella linea dei tre trequartisti completata da Ante Rebic e Ivan Perisic alle spalle di Mandzukic. Per il resto nessun cambio previsto in difesa, reparto che si è comportato benissimo anche contro l’Argentina e che, fino a questo momento, non ha ancora subito gol. Vrsaljko e Strinic correranno sugli esterni, al centro confermata la coppia formata da Lovren e Vida. In porta, ovviamente, ci sarà Subasic.

CROAZIA (4-2-3-1): Subasic; Vrsaljko, Lovren, Vida, Strinic; Rakitic, Modric; Rebic, Kramaric, Perisic; Mandzukic. All. Dalic

Fonte: Sky

Commenti

Questo articolo è stato letto 535 volte