Inghilterra-Belgio, a volte è meglio perdere…

Al momento del sorteggio Mondiale, quando la pallina ha accoppiato Inghilterra e Belgio nello stesso girone – oltre alle meno attrattive Panama e Tunisia – in molti hanno esultato. “Sarà una delle sfide più belle della fase a gironi” ha detto più di qualcuno, pronto a sedersi sul divano e godersi un big match. La teoria si è poi trasformata in pratica dopo le prime due giornate del torneo. La Nazionale dei Tre Leoni ha battuto all’esordio i tunisini in pieno recupero, ma il 2-1 e il gol in extremis non hanno rispecchiato il reale andamento della partita, a lungo dominato dai ragazzi di Southgate. E non è un caso che la doppietta decisiva l’abbia firmata Harry Kane, una delle piacevoli conferme in questa Coppa del Mondo. L’attaccante del Tottenham non si è ovviamente accontentato ed ha perfezionato le statistiche contro Panama, mettendo a referto altre tre reti, di cui due su rigore. Allo strapotere del capitano si è poi aggiunta la doppietta di Stones e la perla di Lingard per un nettissimo 6-1 finale. Avversari inferiori tecnicamente, ma l’Inghilterra non ha sottovalutato l’impegno e si è dimostrata una delle Nazionali più forti del torneo.

Non è stato da meno il Belgio, autore di due altre goleade che ne hanno messo in risalto le grandi qualità e le capacità di poter arrivare fino in fondo. Contro Panama ha carburato lentamente, trovando tutti e tre i gol nella ripresa, con un meraviglioso tiro al volo di Mertens ad aprire le marcature. Da lì si è sbloccato anche Lukaku che ha replicato la doppietta nel 5-2 rifilato alla Tunisia, condito da altre due reti di Hazard e dal centro finale di Batshuayi. Risultato? 6 punti per entrambe, 8 gol fatti a testa e solo 2 subiti, per una differenza reti perfettamente alla pari. A decretare la prima classificata sarà quindi lo scontro diretto di oggi. Chi vince chiude in vetta al girone, mentre con un eventuale pareggio sarà il fattore fair play a determinare la capolista. Al momento la formazione di Southgate ha incassato appena due cartellini gialli, uno in meno rispetto alla squadra di Martinez, ammonita tre volte nella prima partita e poi perfetta dal punto di vista disciplinare nella seconda.

Fonte: SkySport

Commenti