Germania, si riparte da Löw: resterà Ct

Dal titolo di campione del mondo vinto in Brasile quattro anni fa all’eliminazione nella fase a gironi a Russia 2018, la Germania è sicuramente tra le Nazionali più deludenti di questo Mondiale. Al di là dei risultati, la squadra tedesca non è sembrata pronta all’appuntamento: gioco mai veramente convincente, squadra poco solida e condizione fisica non all’altezza. Sul banco degli imputati, tra gli altri, anche il Commissario tecnico Joachim Löw. Quest’ultimo, sin dal momento dell’eliminazione, ha ricevuto il pieno sostegno da parte di Reinhard Grindel, presidente della Federazione tedesca. Una fiducia confermatagli dopo il rinnovo di contratto firmato appena un mese prima del Mondiale di Russia, con scadenza al 2022. Dopo cinque giorni di attesa, Löw ha deciso di proseguire la sua avventura alla guida della Germania. Sarà lui a guidare la Nazionale tedesca anche nella prossima Nations League, agli Europei del 2022 e ai prossimi Mondiali di Qatar 2022.

Il Mondiale della Germania

La Germania è stata la prima grande a cadere in questo Mondiale, addirittura ultima in un girone certamente non proibitivo. I primi segnali di difficoltà, in realtà, sono arrivati già prima dell’inizio del torneo. In amichevole, infatti, erano arrivate una sconfitta contro l’Austria e una vittoria sofferta contro l’Arabia Saudita, poi battuta qualche giorno dopo per 5-0 dai padroni di casa della Russia nella partita inaugurale. Segnali preoccupanti per la Germania, poi confermati anche dalla deludente gara d’esordio persa per 1-0 contro il Messico. Contro la Svezia, alla seconda giornata, la Nazionale tedesca è stata ad un passo dall’eliminazione, rischio poi scongiurato grazie al pareggio di Reus e al gol allo scadere di Kroos. Delusione, però, soltanto rimandata: contro la Corea del Sud è arrivato un clamoroso 0-2 che ha mandato a casa la Germania. Ora si riparte, ancora con Joachim Löw nel ruolo di Ct.

Fonte: SkySport

Commenti