Iniesta saluta la Spagna, toccante lettera d’addio

La lettera di Iniesta

Ciao a tutti,

14 anni fa indossavo per la prima volta la maglia della nazionale, avevo 15 anni e non dimenticherò mai quel momento. Era il sogno della mia vita essere in grado di difendere i colori del mio Paese. È qualcosa di molto speciale, non solo un sogno, ma anche una grande responsabilità. Durante tutti questi anni ho cercato di essere consapevole di ciò che significa e di dare il massimo per sentirmi orgoglioso.

Penso di essere stato fortunato a vivere uno dei migliori momenti del calcio spagnolo, con una generazione di giocatori che sono stati e sono eccezionali in ogni modo. Abbiamo raggiunto grandi successi, cose che tutti sognavamo quando eravamo piccoli, ma abbiamo anche avuto grandi delusioni e abbiamo vissuto momenti molto difficili. A tutti, grazie mille per avermi reso un compagno di squadra e un calciatore migliore. È stato un orgoglio poter condividere con tutti voi tutti questi anni.

Ora è il momento di farsi da parte. Non è stata una decisione facile, al contrario, ci ho pensato per molti mesi. L’illusione e il desiderio di continuare sono totali, ma ho sempre detto che avrei finito nel momento in cui sarei stato sicuro. Il futuro è eccitante, con un gruppo di giocatori incredibili che d’ora in poi avranno un tifoso in più che li supporterà senza riserve. Non ho dubbi sul fatto che il futuro sarà meraviglioso e che raggiungeranno grandi successi. Il gruppo è impressionante.

Vorrei ringraziare l’intera Federazione per il sostegno e il trattamento che mi hanno sempre riservato in questi ultimi 19 anni: a tutti i presidenti, dirigenti e dipendenti con cui ho potuto vivere per tutti questi anni.

Ho avuto la fortuna di avere grandi allenatori in questa fase, con un amore particolare per Luis Aragonés, che mi ha fatto debuttare nel mio Albacete e con il quale abbiamo vinto il primo campionato europeo giocando un torneo da sogno. Grazie a tutti per la vostra fiducia e per aver cambiato il significato del calcio spagnolo: Luis, Vicente, Julen, Fernando e anche Juan Santiesteben, Iñaki Sáez, Ufarte e Ginés. 

A tutti voi, grazie, grazie mille per il vostro sostegno e affetto. Sempre con la ROJA!

Infine, vorrei soprattutto ringraziare la mia famiglia, grazie per il vostro sostegno incondizionato e per essere sempre al mio fianco. Perseguiamo un sogno e lo realizziamo.

Un abbraccio molto speciale,

Andrés Iniesta.

Fonte: SkySport

Commenti

Questo articolo è stato letto 533 volte