Real, prima volta senza Palloni d’Oro dopo 18 anni

Tra i tanti effetti della cessione di Cristiano Ronaldo alla Juventus, per il Real Madrid ce n’è uno abbastanza curioso. Una statistica, una prestigiosa costante che viene meno per la prima volta dopo 18 anni: le merengues inizieranno la stagione senza avere in rosa un Pallone d’Oro. Insolito, soprattutto nell’era dei Galacticos inaugurata da Florentino Perez: nel nuovo millennio, infatti, non era mai accaduto. E poco importa, ai fini della fredda statistica, se Modric o Varane (due tra i possibili vincitori del premio, stando a quanto riporta Marca) dovessero riportare l’ambito riconoscimento al Bernabeu: la stagione 2018/19 partirà senza un effettivo vincitore del Pallone d’Oro.

Da Figo, Zidane e Ronaldo fino a Kaká e CR7

Stagione 2000/01: è Luis Figo a inaugurare la tradizione, dopo essere stato protagonista di uno dei trasferimenti più controversi degli ultimi anni passando dal Barcellona al Real Madrid e avere vinto il premio nel 2000 dopo la sua precedente stagione al Camp Nou. L’anno successivo tocca a Zidane infoltire la rosa dei Palloni d’Oro: il francese lo aveva vinto nel 1998, quando vestiva la maglia della Juventus. 2002: a Figo e Zidane si unisce Ronaldo, non ancora Cristiano, ma il brasiliano ex Inter e vincitore del premio proprio nel 2002. La new entry nel 2004 è Michael Owen, che “sostituisce” Figo e fa compagnia a Ronaldo e Zidane grazie al suo Pallone d’Oro vinto nel 2001. Nel 2006 (con ancora Ronaldo in squadra) è il turno di Fabio Cannavaro: il difensore italiano vincerà il premio a gennaio 2007 e per due stagioni sarà l’unico “rappresentante” in squadra. Con il suo addio al Real coincidono gli arrivi di Kaká e Cristiano Ronaldo, entrambi già vincitori del riconoscimento rispettivamente con il Milan e il Manchester United. Il brasiliano non riuscirà a ripetersi, Ronaldo lo farà per quattro volte, scrivendo la storia. Adesso però, andando alla Juventus, ha privato il Real del suo piccolo ma prestigioso record.

Fonte: Sky

Commenti