Karius: “Errori in finale? Colpa dell’infortunio”

Due errori impossibili da dimenticare, il primo su Benzema e il secondo su Bale, e un sogno sfumato sul più bello. Loris Karius non ha vissuto i mesi più facili della sua vita ma, a distanza di oltre tre mesi da quella “maledetta” finale, è pronto a ricominciare da capo. E per farlo ha scelto di intraprendere un’avventura tutta nuova, in Turchia, per la precisione con la maglia del Besiktas. Per mettersi alle spalle quella notte disastrosa però, forse è ancora presto. Il modo migliore per superare le proprie paure è affrontarle e il portiere ha deciso quindi di tornare a parlare a proposito del match di Kiev perso contro il Real. “È la vita, è il calcio che va così – ha spiegato l’estremo difensore durante la conferenza stampa di presentazione per il suo nuovo club, esponendo a sua favore una tesi difensiva -. Capita a tutti i giocatori di commettere errori. Date le circostanze poi… Non potete sapere quanto mi abbia condizionato quel serio infortunio (commozione cerebrale causata da una gomitata di Sergio Ramos ndr). Bisogna guardare avanti: è stata una giornata sfortunata, ma fa parte del calcio. Non penso che molti portieri in questo campionato abbiano mai giocato una finale di Champions. Per me resta un grande traguardo. Purtroppo per noi non è stata una giornata fortunata, non ho giocato la mia miglior partita, ma successero molte cose in quella partita. Ma fa parte del passato e ora voglio concentrarmi sul futuro”.

“Klopp voleva tenermi”

Il Liverpool quest’anno ha deciso di affidarsi tra i pali ad Alisson, ma Karius sarebbe potuto restare nonostante l’arrivo per 62.5 milioni più bonus del brasiliano: “Klopp voleva tenermi – ha confidato l’ex Mainz -. Mi ha detto che il suo obiettivo era avere in squadra tutti i giocatori con più qualità, ma io gli ho confessato che il mio desiderio era cambiare aria e andare al Besiktas”. Il 25enne si è trasferito nel club turco in prestito biennale. “Sono ancora giovane per un portiere – ha concluso -. Voglio fare il prossimo passo e, si spera, vincere molti titoli con la mia nuova squadra”. 

Fonte: Sky

Commenti