Totti, il Real e l’autografo “particolare” a Perez

La sua Roma (che adesso si gode da dirigente) è capitata nello stesso girone del Real Madrid; una squadra che spesso è entrata nella storia di Totti, sia sul campo che in quelle ripetute voci di mercato che hanno più volte sottolineato come i blancos siano stati gli unici a far vacillare in carriera anche un romano e romanista come lui. D’altra parte però lo stesso Totti è stato l’unico nell’epoca dei Galacticos a dire di no a Florentino Perez; un aneddoto venuto fuori durante l’intervista dopo il sorteggio di Champions League ai microfoni di Sky Sport. “Ci racconti della tua ultima partita al Bernabeu, quando ti sei presentato nello spogliatoio del Real con 30 magliette”, lo imbecca Paolo Condò; autore della biografia a breve in libreria dello storico capitano della Roma. “Beh, sono stato accolto diversamente rispetto ad altri giocatori. Con molto rispetto, alcuni addirittura si inchinavano. Stiamo parlando di extra-terresti che mi chiedevano foto, volevano la mia maglia. Quel giorno è stato gratificante per me, uno di quelli che ricorderò per sempre. Il presidente del Real Madrid Florentino Perez ha voluto la mia maglietta a tutti i costi, con una dedica diversa da quelle che si fanno di solito. Mi ha chiesto lui di scrivere: “L’unico giocatore che mi ha detto di no al Real Madrid”. Una dedica abbastanza particolare”.

Fonte: SkySport

Commenti